Canosa | Gioielliera morta dopo la rapina in casa: confessano i due indagati


Hanno ammesso le loro responsabilità di fronte al pm della Procura di Trani, due degli autori della rapina commessa, il 17 novembre scorso, in casa della gioielliera canosina Maria Melziade, morta per arresto cardiaco poche ore dopo il colpo. Gli indagati, fermati il 29 dicembre scorso, hanno anche confermato la presenza di un terzo complice.

source

- Prosegue dopo la pubblicità -