Bari premia bagnino marocchino: lavora nonostante Ramadan per salvare bimba da annegamento – VIDEO

Un bagnino marocchino è stato l’unico a rendersi conto del pericolo e, tuffandosi, ha salvato la vita ad una bimba. Si chiama Noureddine El Moudden e prima di fare il bagnino è stato anche titolare della nazionale di pallavolo del Marocco. A Bari, a Palazzo di Città, l’assessora al Welfare Francesca Bottalico, il presidente della commissione Culture Giuseppe Cascella e il console del Marocco Vincenzo Abbinante hanno consegnato una targa di riconoscimento al bagnino di nazionalità marocchina.

- Prosegue dopo la pubblicità -

 

- Prosegue dopo la pubblicità -

I fatti risalgono allo scorso 25 giugno, quando egli, di fede islamica, nonostante la festività dell’ultimo giorno di Ramadam, si era comunque recato all’inauguazione di un acquapark. Quel giorno notò una bambina galleggiare sulla piscina del parco acquatico. La piccola non si muoveva e aveva la testa immersa nell’acqua. Rischiava di annegare. El Moudden è quindi intervenuto salvando la bambina dal rischio di annegamento.

- Prosegue dopo la pubblicità -

 

- Prosegue dopo la pubblicità -

Noureddine El Moudden, classe 1966, oggi gioca di punta nella Asd Volley Cassano, mentre in estate lavora come bagnino all’acquapark di Japigia. Linkiamo qui sotto il video della consegna della targa avvenuta a Bari:

 

- Prosegue dopo la pubblicità -