Barletta, termina l’odissea di Canne della Battaglia: completato nuovo centro accoglienza e sala multimediale, il 2 agosto presentazione con concerto gratuito

Barletta 28 luglio 2017 – Doppio appuntamento per il 2233° anniversario della storica battaglia di Canne. Il Ministero della Cultura ha accolto la richiesta del Comune di Barletta di presentare mercoledì 2 agosto il risultato dei lavori di valorizzazione e miglioramento dell’Antiquarium e di aprire le nuove strutture favorendo  l‘attrattività  e la più larga fruizione dell’intero sito archeologico.

- Prosegue dopo la pubblicità -

L’ormai consueto concerto al tramonto farà da cornice alla “scoperta” dell’innovativo progetto. Organizzato dal l’Amministrazione comunale in collaborazione con il Teatro Pubblico Pugliese e la Regione Puglia, l’evento vedrà l’orchestra della Città Metropolitana di Bari diretta dal maestro Maurizio Billi rendere omaggio ai classici della musica italiana e internazionale con le voci del soprano Federica Balucani e del tenore Aldo Caputo.

- Prosegue dopo la pubblicità -

La partecipazione al concerto, che avrà inizio alle ore 20.00,  dovrà necessariamente tener conto dei limiti imposti dalle recenti disposizioni in tema di ordine pubblico, per cui l’accesso gratuito potrà avvenire solo su prenotazione per un numero massimo di 200 posti (telefonando al n. 0883 331331 dell’Info Point Turistico, tutti i giorni, dalle ore 8,30 alle ore 13,30 e dalle ore 16 alle ore 19, il sabato e la domenica, dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 17 alle ore 20) con ammissione nell’area  riservata solo a coloro che, dopo aver effettuato la preventiva prenotazione, avranno ritirato il relativo biglietto di accesso.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Per favorire l’afflusso dei partecipanti all’area archeologica di Canne saranno messi a disposizione dei bus navetta gratuiti  ( da prenotare sempre all’Info Point Turistico per un massimo di 140 posti) con partenza da piazza XIII febbraio 1503 (piazza Castello) alle 19,00 e arrivo al piazzale dedicato a Sabino Castellano, prospiciente l’Antiquarium di Canne,  con ritorno a conclusione dell’evento.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Si suggellano, così, le nuove opportunità per il rilancio del sito archeologico di Canne offerte dalla riapertura dell’ Antiquarium, a conclusione dei lavori finanziati dalla  Regione Puglia per  un importo complessivo di € 1.400.000,00, che hanno portato a compimento un progetto rimasto bloccato per lunghi anni, consentendo il completamento del centro accoglienza visitatori, la ristrutturazione e  rimodulazione del percorso espositivo e la creazione di una sala multimediale, con operazioni di manutenzione straordinaria per tutte le opere impiantistiche.

La presentazione alla stampa dell’Antiquarium avrà inizio alle ore 17,30 con i saluti di Fabrizio Vona, direttore del Polo museale della Puglia, Pasquale Cascella, sindaco di Barletta, Loredana Capone, Assessore regionale alla Gestione e Valorizzazione dei Beni Culturali, Simonetta Bonomo, Soprintendente archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Barletta-Andria – Trani e Foggia e Eugenia Vantaggiato, Segretario regionale del MIBACT per la Puglia.  I particolari del progetto realizzato verranno illustrati da Francesco Longobardi, responsabile unico del procedimento, Donatella Campanile, progettazione e direzione Lavori,  Marisa Corrente, progettazione e direzione scientifica, Miranda Carrieri, direttrice dell’Antiquarium e del Parco archeologico di Canne della Battaglia, anche con successivi incontri con gli operatori delle associazioni turistiche e culturali.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Le conclusioni saranno tratte dall’On Dorina Bianchi, Sottosegretario di Stato al Ministero dei beni e delle attività culturali  e del Turismo. L’auspicio è che, grazie al convergente impegno del Ministero, della Regione  e del Comune si possa strutturare l’intero progetto di valorizzazione di un sito di grande richiamo storico, culturale e paesaggistico. Una storia a lieto fine che vede quest’anno anche l’anniversario dell’acquisto del sito, avvenuto 80 anni fa per 8.000 lire. Lo ha ricordato nel mese di giugno il servizio televisivo locale che linkiamo qui sotto:

 

- Prosegue dopo la pubblicità -