Bari: grosso delfino spiaggiato a Santo Spirito, cittadini: “pieno di plastica” – FOTO

0
3469

“Non è giusto. Delfino spiaggiato a Santo Spirito con plastica nello stomaco” – commenta un cittadino indignato sui social linkando la foto scattata da un’altra cittadina e poi ricondivisa su Facebook. Nelle immagini, diffuse anche da alcune testate giornalistiche e quotidiani online, viene documentata la presenza della carcassa di un delfino scoperta nel porto di Santo Spirito, nella zona nord di Bari. Non sono ancora chiare le cause del decesso dell’animale, ma non è da escludere che questa possa rappresentare l’ennesima morte causata dall’inquinamento. Le temperature, come anche le correnti marine e ventose, risultavano piuttosto stabili, il che dovrebbe escludere che l’animale possa essere morto a causa di smarrimento.

Segui tutte le news e le segnalazioni su Bari e dintorni iscrivendoti al seguente gruppo Telegram: https://t.me/baripuglia
Se vuoi seguire tutti gli aggiornamenti, puoi cliccare un "MI PIACE" sulla Pagina di Bari Notizie:

Il mammifero acquatico filmato è probabilmente un esemplare di delfino comune, per la Scienza Delphinus delphisil quale presenta un rostro pronunciato, dorso grigio e ventre chiaro, porta delle strisce laterali che ricordano vagamente la forma di un cilindro.  Purtroppo, ogni anno circa 2.000 animali si arenano sulle coste italiane. Le specie solitarie non si arenano in massa al pari dei cetacei che trascorrono la maggior parte del loro tempo in acque costiere poco profonde. Le balene si sono arenate nel corso dei secoli, quindi molti spiaggiamenti sarebbero da attribuire a cause naturali o calamità naturali, come il brutto tempo, la debolezza dovuta all’età avanzata o alle infezioni, la difficoltà nel parto, la caccia troppo in prossimità della costa e gli errori di navigazione. Tuttavia, è molto facile che un cetaceo possa morire a causa dell’utilizzo dell’airgun (uno degli strumenti utilizzati per la ricerca di giacimenti petroliferi in acqua) come anche ingerendo una semplice busta di plastica.

Risulta quindi importante rispettare la presenza di questi animali e monitorarla soprattutto nelle aree più a rischio (porto, costa, in prossimità di imbarcazioni e pescherecci). I cittadini sono tenuti a non gettare rifiuti nel mare e ad evitare contatti con questi animali, soprattutto se muniti di attrezzature per la pesca e/o di imbarcazioni che potrebbero facilmente compromettere il loro percorso acquatico.

Come dicevamo, le immagini sono state diffuse sui social (a tal  proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui).  La prima foto (a seguire, un altro scatto fotografico):

Non è giusto. Delfino spiaggiato a Santo Spirito con plastica nello stomaco. La foto non è stata fatta da me ma da Vincenza Bisceglia

Posted by Vincenzo Parisi on Thursday, September 7, 2017

la seconda triste foto dello spiaggiamento diffusa su un gruppo facebook di marinai di Santo Spirito:

Segui ed invia tutte le news e le segnalazioni sulla Puglia iscrivendoti al seguente gruppo Telegram Puglia News

Segnalazioni cliccando qui: Gruppo Telegram
Se vuoi seguire tutti gli aggiornamenti su Facebook, puoi cliccare un "MI PIACE" sulla Pagina di Puglia Reporter: