Uccise quattro persone in un bar, arrestato a Bari dopo la fuga dall’Albania

E’ stato condannato per omicidio e arrestato a Bari. E’ quanto deciso per Gezim Kazemi, 40enne albanese intercettato e bloccato dagli agenti della Squadra mobile a Bari. L’uomo, riportano anche alcune testate giornalistiche ed agenzie di stampa, risultava da tempo ricercato in campo internazionale in quanto destinatario di ordine di esecuzione, emesso dalla Corte d’Appello di Tirana.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il 40enne albanese è ritenuto responsabile dell’omicidio di quattro persone di nazionalità albanese. I fatti, stando alle ricostruzioni, risalirebbero al febbraio del 1998, quando il 40enne, con l’aiuto di un complice, fece irruzione in un bar di Berat uccidendo le persone sedute ad un tavolo con alcuni colpi d’arma da fuoco.

- Prosegue dopo la pubblicità -

L’albanese e il suo complice tentarono la fuga ma furono individuati dalla polizia albanese ed arrestati. Nel 2015, Gezim Kazemi finì agli arresti domiciliari a seguito di una sentenza del Tribunale di Tirana e questo episodio diede di fatto l’inizio della nuova fuga: l’arrestato infatti è fuggito in Puglia dove poi è stato nuovamente ammanettato, stavolta dalle forze dell’ordine italiane. Il criminale si trova ora presso la Casa Circondariale di Bari.

- Prosegue dopo la pubblicità -