Terlizzi: migrante ipnotizza sessantenne e tenta di derubarlo

Un fatto quasi incredibili e sicuramente eccezionale è accaduto lo scorso venerdì nel comune di Terlizzi. Stando a quanto riportato anche da alcuni organi di informazioni locali, un sessantenne del luogo sarebbe stato prima avvicinato da un uomo dall’aspetto medio orientale e poi, con la scusa di dover chiedere indicazioni turistiche, è stato ipnotizzato per essere derubato.

- Prosegue dopo la pubblicità -

La singolare vicenda è stata raccontata nei dettagli da alcune testate giornalistiche locali e quotidiani online: il caso, raccontano, avrebbe poi visto la vittima risvegliarsi di colpo accorgendosi che l’aspirante ipnotizzatore era impegnato a strappare una catenina dal collo del malcapitato.

- Prosegue dopo la pubblicità -

A quel punto, l’aggressore ha tentato di fuggire mentre la vittima ha chiesto aiuto ai passanti segnalando il caso alle forze dell’ordine, che avrebbero poco dopo individuato il ladro ipnotizzatore in un migrante di origine medio-orientale. Nonostante l’uomo sia stato bloccato, questi non risulta sia stato arrestato. Il sessantenne è stato invece trasportato in ospedale a causa di alcune ferite subite a seguito della colluttazione.

- Prosegue dopo la pubblicità -

L’ipnosi istantanea è una delle forme più spettacolari, suggestive e impressionanti di induzione ipnotica. In questi casi si tratterebbe di quella che da molti viene definita “rottura dello schema“, composta da una successione di azioni ben “rodata”, come stringere la mano e poi immediatamente interrotta o prodotta in modo insolito provocando una sorta di cortocircuito mentale, una breccia che l’ipnotista usa per indurre l’ipnosi in modo subitaneo. Tecnica riuscita solo “per metà” a Terlizzi.

- Prosegue dopo la pubblicità -