Bari, 9 aprile 1945: esplode la nave Henderson, centinaia di morti e l’ombra del Napalm “segreto” – le foto d’epoca

Bari, 9 aprile 1945: 317 italiani e 53 militari americani per lo scoppio della nave Henderson nel Porto di Bari. Mancava un mese al termine della Seconda guerra mondiale. Era il 9 aprile del 1945 ed un’esplosione violentissima dilaniò la nave statunitense ancorata nel Porto di Bari.

- Prosegue dopo la pubblicità -

La nave è stata costruita per l’amministrazione della spedizione di guerra da parte della Mississippi Shipping Company , New Orleans, dal 1943. [10]

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il 21 gennaio 1944, la Charles Henderson si è scontrata con la cisterna costiera MV Plattsburgh Socony vicino a Cape Henlopen, Delaware. La cisterna ha provocato un incendio. [11] “I quarti funzionari del Distretto Navale hanno detto che una delle navi è scoppiata in fiamme dopo la collisione ed è stata abbandonata un’ora dopo“. [12] Un marinaio è stato segnalato mancante e quattro hanno subito bruciature. “Una barca a vela navy si avvicinò accanto alla cisterna che bruciava e “rimase nonostante il pericolo della nave esplodere in qualsiasi momento “- per recuperare quattro equipaggiati sparati all’arco. Altri sopravvissuti sono fuggiti in una barca di salvataggio”. [13]

Caricando nel giugno 1944, il Charles Henderson era una delle tanti navi della Normandia per l’ invasione dell’Europa . [14]

- Prosegue dopo la pubblicità -

La nave ha navigato da New York il 25 febbraio 1945, giungengo a Norfolk , Virginia. Lì caricò 6.675 tonnellate di bombe aeronautiche nei suoi contenitori. Con il caricamento completo, il vapore è stato cotto a Bari , in Italia il 9 marzo, ma è tornata lo stesso giorno per riparare la valvola di aspirazione principale del condensatore. La nave aspettò cinque giorni per il prossimo convoglio mediterraneo, UGS-80. Arrivati ​​a Gibilterra, la Charles Henderson procedette autonomamente a Bari, via Augusta , in Sicilia, arrivando il 5 aprile. [15]

In uno dei più grandi disastri delle munizioni della seconda guerra mondiale, il Charles Henderson è stato scaricato all’uscita 14 a Bari , nel sud dell’Italia , il 9 aprile 1945, quando fu distrutta in un’esplosione di alto livello. [16] Secondo alcune fonti americane, i morti sarebbero ben più di 400:

 “Questa detonazione causata da [manipolazione] di 500 bombe cariche caricate con Composizione B , uccise 542 persone e provocò il ferimento di altre 1.800. Si ritiene che le bombe siano state agganciate e trascinate al pozzo, quindi sollevate senza tappetini. Gli edifici lungo il lungomare furono distrutti per 2.000 piedi, le navi erano gravemente danneggiate a 2.100 piedi “. [17]

Trentasei membri dell’equipaggio e 13 guardie rimasero uccisi nell’esplosione. [18] L’unico sopravvissuto era l’ingegnere capo, che era rimasto a terra al momento dell’esplosione. Il relitto è rimasto a Bari fino al 1948, quando poi è stato venduto per rottami. [19]

Una fonte afferma che la nave fosse stata nominata così in ricordo di Charles Richmond Henderson (1848-1915), un clero baptista e sociologo. [8]Un’altra fonte sostiene che è stato nominata in onore del governatore dell’Alabama Charles Henderson . [9] Alcuni scatti fotografici dell’epoca:

9 aprile 1945 – Vista dalla caserma. Foto di WOJG Hubert Platt Henderson che era a Bari come direttore della banda 773:

I soccorsi dopo l’esplosione:

Le fonti dell’epoca raccontano che tutti i vetri degli edifici pubblici e delle abitazioni private andarono in frantumi nel raggio di diversi chilometri dal luogo dell’esplosione e scene di panico si registrano nelle scuole che si svuotarono in pochi minuti. Una pioggia di nafta e detriti si riversò su Bari, sovrastata da una altissima colonna di fumo. Una vera e propria gara di solidarietà si sviluppò nella città ad iniziativa del Comitato di Liberazione Nazionale e della Camera del Lavoro alla quale aderì prontamente questo giornale; mentre il presidente del Consiglio dei Ministri on. Bonomi dispose il versamento di dieci milioni di lire per i primi soccorsi a migliaia di famiglie della città vecchia costrette a sfollare. I militari americani nelle operazioni di soccorso:

L’esplosione della Henderson avvenne durante le operazioni di scarico dell’ingente materiale bellico, soprattutto bombe d’aereo, che rifornivano le diverse basi americane dislocate in Puglia, molto attive in quelle ultime settimane di guerra. In una approfondita ricerca di Andrea Villa, Guerra aerea sull’Italia (1943-1945), si sostiene che gli americani sperimentarono il «Napalm », un nuovo tipo di bombe incendiarie (tristemente note nella guerra del Vietnam) con effetti distruttivi ad ampio raggio; la nuova arma fu infatti «impiegata tra marzo ed aprile 1945 su alcune zone dell’Emilia e del Nord-Est contro i reparti nazisti».

La diffusione di poche notizie circa l’incidente è stata nel tempo attribuita al segreto militare della sperimentazione del «Napalm» e gli «aggressivi chimici». La versione ufficiale su quella esplosione parlava di «incidente». Tuttavia nel 1946 una speciale commissione dell’U.S. Army diresse tutte le operazioni di recupero del pericoloso carico e di localizzazione dei fondali a largo della costa pugliese per «il gettito in mare di queste bombe considerate troppo pericolose per essere conservate a terra o maneggiate come necessario per scopi di demilitarizzazioni». Una tragedia in nome di un’altra grande tragedia di tutti i tempi: la guerra. Un’altra foto scattata durante le disperate operazioni di soccorso:

l’esplosione vista a grande distanza:

Linkiamo qui sotto il video di un breve reportage diffuso su YouTube:

Riferimenti:

  1.  http://www.ww2ships.com/acrobat/us-os-001-f-r00.pdf
  2. Jump up^ http://www.ww2ships.com/acrobat/us-os-001-f-r00.pdf
  3. Jump up^ http://www.ww2ships.com/acrobat/us-os-001-f-r00.pdf
  4. Jump up^ http://www.ww2ships.com/acrobat/us-os-001-f-r00.pdf
  5. Jump up^ http://www.ww2ships.com/acrobat/us-os-001-f-r00.pdf
  6. Jump up^ http://www.ww2ships.com/acrobat/us-os-001-f-r00.pdf
  7. Jump up^ http://www.ww2ships.com/acrobat/us-os-001-f-r00.pdf
  8. Jump up^ http://www.armed-guard.com/pbnh.html
  9. Jump up^ https://www.geni.com/people/Charles-Henderson-Governor/6000000022821669419
  10. Jump up^ http://www.mariners-l.co.uk/LibShipsC.html
  11. Jump up^ https://www.history.navy.mil/research/histories/ship-histories/danfs/a/allegheny-ii.html
  12. Jump up^ United Press, “Ships Collide Off East Coast; Fiery Sea of Oil Seen”, The San Bernardino Daily Sun, San Bernardino, California, Saturday 22 January 1944, Volume 50, page 2.
  13. Jump up^ Associated Press, “Navy Saves Four Men On Burning Tanker”, The Spokesman-Review, Spokane, Washington, Sunday 23 January 1944, Volume 61, Number 254, page 2.
  14. Jump up^ http://www.usmm.org/normandyships.html#anchor2101074
  15. Jump up^ https://books.google.com/books?id=XhEcBAAAQBAJ&pg=PT421&lpg=PT421&dq=liberty+ss+charles+henderson&source=bl&ots=sDCDWlYpyR&sig=PaPHZz9Q9wmN6zq-9SZ8gBw4YXo&hl=en&sa=X&ved=0ahUKEwiF0YGYiu_RAhVDTSYKHUchB3c4ChDoAQgZMAA#v=onepage&q=liberty%20ss%20charles%20henderson&f=false
  16. Jump up^ http://www.usmm.org/sunk45.html
  17. Jump up^ file:///C:/Users/customer/Downloads/ADA507027.pdf  This article incorporates text from this source, which is in the public domain.
  18. Jump up^ http://www.usmm.org/sunk45.html
  19. Jump up^ https://books.google.com/books?id=XhEcBAAAQBAJ&pg=PT421&lpg=PT421&dq=liberty+ss+charles+henderson&source=bl&ots=sDCDWlYpyR&sig=PaPHZz9Q9wmN6zq-9SZ8gBw4YXo&hl=en&sa=X&ved=0ahUKEwiF0YGYiu_RAhVDTSYKHUchB3c4ChDoAQgZMAA#v=onepage&q=liberty%20ss%20charles%20henderson&f=false