Ecco la barca 100% Made in Bari interamente in carbonio “ora andrà ad Hong Kong”. Orgoglio per il Politecnico

Più di 5mila chilogrammi di peso, 12,15 metri di lunghezza e quasi 4 di larghezza: queste le cifre di “Neo 400+”, il nuovo modello di imbarcazione interamente realizzata in carbonio costruita dal Politecnico di Bari nell’ambito del progetto “Polimare”, che ha visto il coinvolgimento anche dell’azienda pugliese “Neo Yachts & Composites“, specializzata nel settore della costruzione di barche (anch’essa con sede a Bari). Il Comunicato ufficiale diffuso sul sito del Politecnico di Bari: 

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Per la prima volta nella storia del campus universitario di Bari una imbarcazione a vela di grandi dimensioni, votata alle regate da competizione e alle grandi traversate ha varcato i suoi confini per raggiungere il porto.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Lo ha fatto al buio dell’alba di lunedì, 23 ottobre, mentre la città ancora sonnecchiava nel silenzio: ha varcato l’ingresso principale del campus di via Orabona; ha superato i due ponti a sud della città; ha percorso il lungomare, i bordi della città antica e infine ha raggiunto il bacino dei cantieri nautici “Ranieri”, nei pressi del CUS Bari.

- Prosegue dopo la pubblicità -

La barca si chiama “Neo 400+”. E’ stata costruita totalmente nei laboratori del Politecnico di Bari ed è il risultato di un progetto dedicato alla nautica, pubblico-privato, denominato, “Polimare”. Il progetto, istituito dal Politecnico di Bari, è condiviso con “Neo Yachts & Composites”, azienda pugliese specializzata nelle costruzioni di settore e CUS Bari.
“Neo 400 +” è stata costruita completamente in carbonio con tecnologia sottovuoto con stampi femmina. E’ lunga 12,15 m e larga 3,99 m; con un pescaggio, 3,10 m, peserà armata pronta per navigare circa 5500 kg. Conta una superficie velica complessiva di 115 mq nelle andature di bolina e 230 mq nelle andature portanti. Velocità di punta: 25 nodi. La barca è stata ottimizzata per un equipaggio in regata di 700 kg (9-10 membri), ma utilizzabile in crociera anche da solo 2 persone.

- Prosegue dopo la pubblicità -

La barca presenta una disposizione innovativa degli interni pensati per le grandi navigazioni d’altura in regata e crociera con un grande openspace dedicato alle funzioni di navigazione e 2 grandi cabine con 6 cuccette marine e un unico bagno per ottimizzare pesi e spazi. Le scelte di performance non hanno però compromesso le qualità e finiture estetiche. Il team di progettazione e sviluppo è stato coordinato dalla mano esperta dell’Ingegnere Giovanni Ceccarelli dello studio CYD.

“Neo 400 +” è anche il risultato di qualità di 12 mesi di duro lavoro all’interno dei laboratori del Poliba e che ha visto la partecipazione, in team, in fasi diverse, di specialisti di settore, docenti e studenti del Politecnico. Il responsabile scientifico per parte Politecnico, prof. Mario Foglia e il responsabile dell’azienda ing. Paolo Semeraro hanno convogliato e coordinato le energie delle rispettiva compagini per far in modo che all’interno del Politecnico fosse possibile produrre un oggetto, orgoglio della nostra Puglia.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ed ecco il risultato. La solidità del progetto e la sua concreta realizzazione hanno convinto un armatore tedesco che ha acquistato la barca e ben presto, secondo il volere dell’acquirente, si trasferirà ad Hong Kong via Genova.
Intanto, tra lunedì, 23 e oggi 30 ottobre, saranno completati gli ultimi montaggi: chiglia, albero (25 m), timone.

L’evento straordinario sarà presentato in occasione del varo di “Neo 400 +”, previsto per domani, martedì, 31 ottobre, ore 14.00, presso i cantieri nautici “Ranieri” di Bari, adiacenti alla sede del CUS Bari (Lungomare Giambattista Starita, 1).
. Per l’occasione saranno presenti assieme al Rettore del Politecnico di Bari, Eugenio Di Sciascio i partecipanti al progetto, autorità, appassionati di nautica.
Dopo il varo e per tutto il mese di novembre sarà completato a Bari il setup finale in acqua della barca per poi essere trasferita mediante navigazione a vela a Genova, da dove sarà trasportata via nave nella sua sede futura definitiva: Hong Kong”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

(fine comunicato)

Capace di ospitare circa 700 kg totali una decina di soggetti umani compresi, la barca ha una superficie velica complessiva di 115 mq nelle andature di bolina e 230 mq nelle andature portanti e dopo il varo nei cantieri nautici “Ranieri” di Bari, vedrà il trasferimento ad Hong Kong, per raggiungere l’armatore. Già nei giorni scorso la barca è stata filmata a Bari in un video diffuso da Repubblica che linkiamo qui sotto:

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Il varo di “Neo 400+”, la barca a vela di grandi dimensioni costruita nel Politecnico di Bari nell‘ambito del progetto pubblico-privato, “Polimare”. L’imbarcazione, votata alle regate da competizione e alle grandi traversate, è stata acquistata da un armatore tedesco e dopo il collaudo da Bari a Genova raggiungerà Hong Kong” – si legge in un post Facebook del Politecnico di Bari che linkiamo qui sotto:

#PolibaPress : http://www.poliba.it/it/ateneo/comunicati-stampa
Nautica. Evento straordinario, domani, ‪31 ottobre‬, ore…

Pubblicato da Politecnico di Bari su Lunedì 30 ottobre 2017