Bari: maestre immobilizzano bimbi dell’asilo e li prendono a calci, due arresti

Due maestre sono state condannate con reclusione ed un risarcimento danni con provvisionali immediatamente esecutive fra i 3mila e i 4mila euro, oltre alle spese processuali a seguito delle indagini su maltrattamenti avvenuti presso un’istituto scolastico di Bari. Stando a quanto riportato anche da alcune fonti giornalistiche, infatti, il gup del Tribunale di Bari ha condannato alla pena di 3 anni e 4 mesi di reclusione le due maestre baresi, attualmente sospese dal servizio, imputate per maltrattamenti su 15 bambini di un asilo di Bari-Santo Spirito.

- Prosegue dopo la pubblicità -

L’accusa è quella di maltrattamenti fisici: “schiaffi, colpi sferrati sul corpo, strattonamenti, pedate, calci, accompagnati dalla immobilizzazione delle mani” – abusi ai danni dei piccoli alunni. Le indagini dei Carabinieri hanno documentato fra il 31 marzo e il 29 aprile 2016 sarebbero stati ben 37 gli episodi di violenza che portarono anche all’arresto delle maestre.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Le maestre, risultano attualmente sospese dal servizio e sono imputate per maltrattamenti su 15 bambini di un asilo di Bari-Santo Spirito. Al termine di un processo celebrato con il rito abbreviato, il giudice ha inoltre disposto per entrambe l’interdizione dai pubblici uffici per 5 anni, condannandole, in solido fra loro e con il responsabile civile il Miur, al risarcimento danni nei confronti degli otto bambini costituti parti civili, tutti minori di età compresa fra i due anni e mezzo e i tre anni e mezzo, con provvisionali immediatamente esecutive fra i 3mila e i 4mila euro, oltre alle spese processuali.

- Prosegue dopo la pubblicità -