Puglia: inizio 2018 con tris di passeggiate archeologiche a Canosa e apertura della Tomba Varrese

Gran finale per “Natale in… Archeologia 2017”, organizzato dalla Fondazione Archeologica Canosina e dalla Dromos.it. Previsto, difatti, un tris di itinerari, tra i più gettonati, nelle ultime date del calendario natalizio ed, inoltre, l’apertura straordinaria della Tomba Varrese a pochi metri dal Presepe Vivente. Di seguito, i percorsi delle passeggiate archeologiche:

- Prosegue dopo la pubblicità -
  • 3 Gennaio, Ore 10.00 -15.30 (partenza dal Parco Archeologico del Battistero di San Giovanni, via Giunio Ospitale): “LA VIA TRAIANA, itinerario alla scoperta dei monumenti lungo la via traiana tra cui:Il ponte romano sull’Ofanto(I-II sec.d.C.), costruito dall’imperatore Traiano nel 114 d.C.; il mausoleo Bagnoli(II sec.d.C.),monumento sepolcrale datato al II secolo d.C.. Edificio a due piani intercomunicanti per mezzo di una piccola scala in mattoni che per la pregevolissima manifattura e architettura si può affermare che doveva contenere le spoglie di una famiglia patrizia canosina che si ispirò alla tipologia delle tombe romane; l’arco di Traiano(II sec.d.C.),monumento onorario posto a circa un chilometro dall’abitato moderno. Costituiva l’ingresso monumentale alla città e un elemento divisorio tra la città dei vivi e quella dei morti ed il Parco archeologico di San Giovanni (VI sec.d.C.) particolarmente interessante in quanto testimone di una importante fase storica di Canosa: qui, più che altrove, è evidente lo straordinario progetto architettonico e urbanistico messo in opera dal vescovo Sabino nel VI secolo.-
  • 6 Gennaio, Ore 10.00 – 15.30 (partenza da Palazzo Sinesi, via Kennedy 18): “CANOSA, INDIETRO NEL TEMPO”,attraverso un itinerario millenario si scopriranno i tesori preziosi e tangibili della secolare storia di Canusium visitando: il Museo Archeologico di Palazzo Sinesi, con le raffinate ceramiche funerarie provenienti dalla Tomba Varrese (IV-III sec. a.C.); la Domus romana di Colle Montescupolo, tipico esempio di dimora d’epoca imperiale (I sec.a.C.-I sec. d.C.); il caratteristico Ipogeo Scocchera B (III-II sec. a.C.);il Parco Archeologico di San Giovanni(VI sec. d.C.), importante edificazione paleocristiana; il Mausoleo di Marco Boemondo d’Altavilla (XII sec.), eroe della I Crociata;
  • 7 Gennaio, ore 10.00 – 15.30(partenza da viale 1° Maggio, di fronte il Comando della Polizia municipale): “LA CITTÀ DEGLI IPOGEI”, percorso monotematico alla scoperta di Canosa daunia-ellenistica, un’affascinante esplorazione del sottosuolo della città e dei tesori che nascondeva. I siti visitabili saranno: la Tomba Varrese (tra la fine del IV e i primi del III sec. a.C),interamente scavato nel banco tufaceo si articola in un dròmos e cinque celle , gli Ipogei Lagrasta (IV-I sec. a.C.), il più importante complesso funerario di Canusium e dell’intera regione; l’Ipogeo D’Ambra (IV-III sec. a.C.), interamente scavato nell’argilla; l‘Ipogeo del Cerbero (III sec. a.C.), il quale presenta l’affresco del mitologico cane a tre teste Cerbero e l’Ipogeo di Vico San Martino (V-I sec. a.C.)., complesso funerario con diverse tipologie di ambienti.

Il 3, 6 e 7 Gennaio sarà aperta al pubblico dalle 17.30 alle 21.00 la Tomba Varrese, sita nei pressi della rappresentazione del Presepe Vivente, dove sarà possibile visitare l’ipogeo e degustare prodotti locali offerti dalle Aziende Del Vento ed il forno L’Arte della Tradizione. Per info e prenotazioni si rimanda alla seguente utenza telefonica: 3338856300.

- Prosegue dopo la pubblicità -

 

- Prosegue dopo la pubblicità -