Trani: furto notturno nel negozio ma trovano solo 11 euro in monete – il video diffuso

- Prosegue dopo la pubblicità -

Hanno fatto irruzione nella notte e hanno rubato soltanto 11 euro in monete. E’ il triste episodio registrato negli ultimi giorni ai danni di un’attività del comune di Trani. Secondo una prima ricostruzione diffusa anche da alcune testate giornalistiche locali e documentata in parte anche da una registrazione video grazie ad un impianto di videosorveglianza locale, i malviventi si sono introdotti in un locale adibito alla vendita di oggetti per la casa e si sono diretti verso una delle due casse, facendo la scoperta: il loro bottino si aggirava soltanto in 11 monete. La cosa più drammatica è che non si tratterebbe della prima rapina in zona. Nella stessa area, infatti, si conterebbero già altri casi simili e i cittadini sono stufi di subire queste umilianti ingiustizie.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Al momento sono in corso le indagini delle forze dell’ordine, che stanno analizzando anche le immagini per risalire all’identità dei malviventi. Un modus operandi già visto in altre occasioni visto e considerando che anche un altra attività simile ha subito lo stesso tipo di rapina, sempre con una magra scoperta per i ladri. Un fenomeno preoccupante che, come riportano alcune fonti giornalistiche locali, si starebbe radicando tra via Tasselgardo, via Aldo Moro, via Nicola De Roggiero e via Lambertini.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Una situazione triste e paradossale che fa riflettere anche sulle condizioni economiche della comunità in un paese, l’Italia, sempre più povero anche a causa di governi poco attenti alla sovranità monetaria e nazionale e troppo impegnati invece a regalare soldi alle banche. In uno scenario di questo tipo vediamo dunque singoli comuni soggetti sia a fenomeni di scarso indotto economico per le attività e, al contempo, l’aumento i microcriminalità e criminalità organizzata. Due pesi della stessa bilancia che fanno riflettere.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Una testata online, ha diffuso su YouTube il video con la registrazione delle telecamere. Linkiamo qui sotto il filmato (fonte video: Canale YouTube di Radiobombo):

- Prosegue dopo la pubblicità -