La dura vita di un disabile a Barletta, tra barriere e automobilisti egoisti – il video che svela tutto

Barletta, nuova zona 167: una città che svela ancora oggi problematiche di viabilità per i cittadini disabili. Lo svela un cittadino diversamente abile, che segnala: “difficoltà per le salite, marciapiedi, rampe occupate dalle auto, poca sensibilità, a volte si è costretti a tornare indietro”. Un senso di inciviltà denunciato da un cittadino disabile anche nel corso di un servizio un servizio televisivo locale pubblicato anche su Youtube (che linkiamo qui sotto).

- Prosegue dopo la pubblicità -

Le rampe di scivolo spesso mancano, anche nel centro storico barlettano. Rampe che non servirebbero soltanto per i disabili ma anche ad esempio per le mamme munite di carrozzini. L’appello è ovviamente rivolto all’amministrazione comunale. I problemi si moltiplicherebbero quando il maltempo si abbatte in città, causando ulteriori disagi.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Problemi simili anche in Via Alvisi e nei pressi del castello federiciano. Problematiche che riguardano anche la pavimentazione visibilmente danneggiata, così come documentato nel servizio televisivo. Il messaggio che il giovane disabile vuole lanciare – spiega ai microfoni di Amica9tv – è quello di essere ascoltati perché “le soluzioni ci sono, è che non vengono rispettate. Un contesto di integrazione che forse non riguarda soltanto le barriere fisiche ma anche le barriere mentali: parcheggiare l’auto davanti ad uno scivolo per disabili non è soltanto un’atto illegale e sanzionabile ma rappresenta anche la mancanza di senso civico e rispetto.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Problematiche spesso segnalate dai cittadini anche alla nostra redazione attraverso il nostro sistema di segnalazione mobile (a tal proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui). Inoltre è possibile inviare immagini all’indirizzo email redazione@pugliareporter.com. Auspichiamo dunque che l’amministrazione comunale possa finalmente intervenire con azioni definitive finalizzate alla risoluzione della problematica. Linkiamo qui sotto il video del servizio giornalistico pubblicato sul Canale Youtube di Amica9tv:

- Prosegue dopo la pubblicità -

 

- Prosegue dopo la pubblicità -