I commoventi auguri di don Tonino Bello in un video registrato molti anni fa “siate operatori di pace”

Uno degli ultimi messaggi di don Tonino Bello registrato molti anni fa, quando don Tonino Bello era ancora in vita. Don Tonino Bello, lo ricordiamo, nel settembre 1990 fondò, coadiuvato dal movimento Pax Christi, a Molfetta (Bari) la rivista mensile Mosaico di Pace. Tra il 1990 e il 1992 ha scritto alcuni articoli sul quotidiano il manifesto. Benché già operato di tumore allo stomaco, il 7 dicembre 1992 partì insieme a circa cinquecento volontari da Ancona verso la costa dalmata dalla quale iniziò una marcia a piedi che lo avrebbe condotto dentro la città di Sarajevo, da diversi mesi sotto assedio serbo a causa della guerra civile. L’arrivo nella città assediata, tenuta sotto tiro da cecchini serbi che potevano rappresentare un pericolo per i manifestanti, fu caratterizzato da maltempo e nebbia. Don Tonino parlò di “nebbia della Madonna” (celebrata, appunto, in data 8 dicembre).

- Prosegue dopo la pubblicità -

“… un augurio soprattutto perché possiate passare dai crinali dell’ascolto, delle emozioni, sui crinali scoscesi della prassi. Che vi impegniate cioè, che vi sporchiate le mani, che scendiate sul campo. Non state alla finestra a guardare, magari ad applaudire o a fischiare i protagonisti del corteo che si snoda sotto casa vostra. Datevi da fare perché ci sono oggi molte forme di impegno e io credo che se tutti quanti voi darete ascolto alle utopie del Vangelo, ai tanti sogni diurni che tanta gente oggi coltiva, e se, rimboccandovi le maniche, scenderete pure voi in campo, io sono convinto che voi la pace, prima di darla agli altri, ve la sentirete sgorgare nel cuore, come fiume di acqua viva.

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Vi auguro pertanto che possiate godere di questa pace, possiate essere operatori di pace e non soltanto i selezionatori delle notizie che arrivano dai fronti della pace. Non soltanto i notai di quello che accade nel mondo. Non soltanto i recettori, inutili tutto sommato, di tutto quello che avviene. Ma possiate davvero essere protagonisti, a costo della pelle, a costo della vita. Protagonisti. Spendetevi. Spendetevi per questi ideali. Ne vale la pena. Auguri”. Il video:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -