Dalla Puglia l’allarme di un oncologo: “cancro aggressivo se si mangia male, ecco cosa bisogna evitare” – video

Mangiare troppo e male aumenta il rischio di cancro: stavolta l’allarme giunge dalla Puglia. Il tumore si previene a tavola. Lo racconta l’oncologo Antonio Moschetta nel libro “Il tuo metabolismo“. Il medico bitontino chiama “sindrome metabolica” la condizione del soggetto che non è malato – ma è a rischio di cancro. E fornisce consigli pratici a livello di dieta e di attività fisica. Lo rende noto con un servizio anche un servizio del Tgr Puglia (che linkiamo qui sotto).

- Prosegue dopo la pubblicità -

Un girovita oltre 90 per l’uomo e oltre il 70 potrebbe costituire il primo segnale di negatività per il paziente a rischio. Ecco cosa non si dovrebbe consumare: succhi di frutta, farine estremamente raffinate, dolci assunti soprattutto di sera possono costituire l’aumento di peso e il rischio di patologie neoplastiche di tipo aggressivo. Un rischio altissimo che potrebbe essere contrastato con semplici precauzioni: non c’è bisogno di fare sport estremi, basterebbe ad esempio camminare a passo svelto ogni giorno per perdere peso ed evitare di mangiare schifezze.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Spesso la nostra redazione ha cercato di sensibilizzare la popolazione attraverso articoli dedicati all’alimentazione, tuttavia troppo spesso i cittadini si lamentano di essere malati senza accorgersi che le abitudini errate possono aver influito nello sviluppo della loro malattia. Argomenti spesso oggetto di discussione anche attraverso il nostro sistema di segnalazione mobile  (a tal  proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui). E’ anche possibile inviare segnalazioni con foto e/o video all’indirizzo email redazione@pugliareporter.com. Linkiamo qui sotto il video del servizio del Tgr:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -