Pugliesi pescano ricci: multa da 4000 euro. In questo periodo non si può

Si erano spinti sino nelle Marche per pescare ricci. Anche se, nei mesi di maggio e giugno è  vietata in tutta Italia la pesca di ricci, quattro biscegliesi, una donna e tre uomini, avevano deciso di allontanarsi dalla Puglia per andare a pescare nelle acque del Passetto (Ancona).

- Prosegue dopo la pubblicità -

Uno di loro, sub munito di bombola, mentre era intento a pescare, ha notato la presenza di una vedetta della Guardia di Finanza. Immediatamente è tornato subito a terra con una cesta piena di ricci, e con i suoi tre compagni si è diretto verso l’auto nell’intento di allontanarsi dal luogo. Qui però sono stati fermati da altri agenti della Guardia di Finanza avvisati dai loro colleghi della vedetta.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Portati in caserma per la loro identificazione, sono stati condannati ad una multa di 4000mila euro. Il pescato e la bombola sono stati sequestrati, mentre i ricci che erano ancora vivi sono stati rigettati in mare. La notizia è stata velocemente diffusa sui social (a tal proposito, ricordiamo inoltre che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui). Inoltre è possibile inviare immagini all’indirizzo email redazione@pugliareporter.com.

- Prosegue dopo la pubblicità -

 

- Prosegue dopo la pubblicità -