Migranti: controlli a tappeto nel barese, 31 cacciati dall’Italia. Alcuni torneranno in Africa a proprie spese

Che sia un controllo di routine o una delle prime conseguenze delle scelte politiche del nuovo governo non ci è dato sapere, ma fatto sta che, come riportato anche da alcune fonti giornalistiche, 31 migranti africani sono stati nelle ultime ore invitati a tornarsene nel loro paese di origine.

- Prosegue dopo la pubblicità -

La decisione è successiva ad una serie di controlli svoltosi presso i centri di accoglienza situati nei comuni di Modugno e Bitonto. Si tratta perlopiù di soggetti di giovane età provenienti dagli stati del Niger, Gambia e Ghana. Dopo le verifiche, la locale Questura ha firmato l’ordine di rimpatrio.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Alcuni di essi dovranno tornare a casa loro a proprie spese, mentre altri sono stati accompagnati presso i Centri di permanenza per il rimpatrio (Cpr) di Bari Palese. La notizia è stata segnalata dai nostri lettori. Nelle stesse ore sono stati registrati migranti sui binari della stazione di Bari Santo Spirito che hanno così causato il blocco del servizio ferroviario per ore. Non è chiaro se l’episodio possa essere riconducibile ad una qualche forma di protesta collegata alle ultime scelte in tema di rimpatrio o se invece si tratta di casi non collegati. Ricordiamo ancora una volta che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. E’ anche possibile inviare immagini ed osservazioni all’indirizzo redazione@pugliareporter.com.

- Prosegue dopo la pubblicità -