Puglia: prostituivano ragazze minorenni nelle case degli anziani per rubare soldi e terreni, arrestati – video

Pur di non portare a conoscenza dei loro incontri con prostitute, si sono fatti ricattare e minacciare da sette  malfattori. Una brutta vicenda accaduta a Rodi Garganico, dove alcuni anziani sono stati costretti a versare soldi sino ad arrivare a cedere anche proprietà di terreni sotto la minaccia di far diventare pubblici i loro incontri “proibitivi”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Per questo motivo sette persone, tra i 22 e 45 anni: quattro donne e tre uomini, di cui uno di nazionalità romena, sono state arrestate dai Carabinieri del Comando provinciale di Foggia i quali hanno accertato sottrazioni e dazioni forzate per un corrispettivo complessivo di circa 150mila euro tra denaro, terreni e carte di credito.

- Prosegue dopo la pubblicità -

La “banda” dei malviventi derubava gli anziani nelle loro case durante gli incontri con prostitute minorenni e poi li minacciavano di percosse e di diffondere ai familiari le loro abitudini sessuali.  I sette malfattori devono rispondere in concorso tra loro e a vario titolo, di furto aggravato, estorsione aggravata e ricettazione. La notizia è stata segnalata alla nostra redazione (a tal proposito, ricordiamo ancora una volta che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. E’ anche possibile inviare immagini ed osservazioni all’indirizzo redazione@pugliareporter.com). Video del Tgr Puglia:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -