Calci e pugni ad informatore scientifico del farmaco nel barese, la denuncia dell’associazione di categoria

Ha aggredito con calci e pugni un informatore scientifico del farmaco. E’ l’episodio segnalato dalla Fedaiisf (Federazione delle associazioni degli informatori scientifici del farmaco e del parafarmaco) avvenuto a Castellana Grotte (Bari) così come riportato anche da alcune fonti giornalistiche.

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Fedaiisf in tutte le sue componenti ha subito fatto pervenire le sue parole di solidarietà a Massimiliano – spiega il presidente Antonio Mazzarella – e lo sdegno per l’incredibile accaduto. Fedaiisf si è detta pronta a costituirsi parte civile, perché un’aggressione del genere può capitare a ogni informatore scientifico del farmaco”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Solidarietà all’informatore scientifico aggredito è stata espressa anche dal presidente della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici, Filippo Anelli. “Questi episodi di violenza – afferma Anelli in una nota – sono il sintomo di uno svilimento di tutto quello che ruota intorno al medico e alla medicina e frutto del clima di sospetto per cui gli informatori scientifici sono visti come emissari delle industrie del farmaco se non come corruttori”. “Alla vittima, ma anche a tutti i suoi colleghi, va il nostro sostegno – conclude – e il riconoscimento del lavoro, prezioso quanto difficile, che svolgono nell’aggiornare i medici sui farmaci, in particolare su quelli innovativi, nell’interesse dei pazienti”.

- Prosegue dopo la pubblicità -