Puglia: rubava farmaci dall’ospedale e li rivendeva ad ambulatori privati. Arrestato un ausiliario del Perrino, indagate anche altre 18 persone

I Carabinieri del Nas di Taranto, in collaborazione con il comando provinciale di Brindisi, hanno arrestato un dipendente della “Sanitaservice Asl Br srl”, un ausiliario che svolge le pulizie all’interno dell’ospedale  Perrino di Brindisi,  responsabile dei reati di peculato, ricettazione, truffa aggravata e continuata. Oltre al dipendente, sono indagate a piede libero, a vario titolo, anche altre 18 persone. 

- Prosegue dopo la pubblicità -

Dalle indagini è emerso che il dipendente, si sarebbe indebitamente appropriato di materiale sanitario, farmaci e presidi medici. La merce rubata, veniva nascosta provvisoriamente  in armadietti o zaini; poi veniva portata via in auto dall’indagato e venduta ad ambulatori e veterinari privati. Con la complicità di medici di base i quali, con la presentazione di certificazioni mediche attestanti la malattia e infortunio sul lavoro, inducevano la Sanitaservice e di conseguenza la Asl di Brindisi e l’Inail in errore, procurandosi la retribuzione corrisposta ed effettivamente non dovuta, relativamente alle sue assenze retribuite, al fine di svolgere un’altra attività lavorativa, quale muratore presso lo studio e le abitazioni degli stessi medici.

- Prosegue dopo la pubblicità -

E ancora, l’uomo, si sarebbe  reso responsabile di frode assicurativa simulando un sinistro stradale e conseguente infortunio degli occupanti i veicoli, con relativo indennizzo. 

- Prosegue dopo la pubblicità -

 

- Prosegue dopo la pubblicità -