Canosa di Puglia: ecco come stava trattando la sua ex, fermato in tempo un rumeno 47enne

Ieri sera, un cittadino di nazionalità rumena C.N. 47enne da anni residente a Canosa di Puglia, è stato arrestato per stalking e porto abusivo di armi dai Carabinieri  della Compagnia di Barletta e della locale Stazione CC. L’uomo è stato bloccato dai Carabinieri a seguito di minacce di morte poste in essere nei confronti della sua ex convivente e dell’attuale compagno di quest’ultima.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Minacce e insulti che sono iniziati dalla fine della relazione di quest’ultima con l’uomo, avvenuta alcuni anni fa. Il rumeno, nel tempo ha assunto comportamenti sempre più violenti che la donna, tuttavia, non aveva mai denunciato. Ieri sera C.N., dopo aver assunto sostanze alcooliche, portando al seguito un’ascia ed un coltello, si è presentato sotto casa dell’ex compagna minacciando di morte lei e il suo attuale convivente.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Al rifiuto della donna di ascoltarlo, C.N. ha tentato di sfondare la porta di casa con l’ascia. La segnalazione al 112 permetteva ai Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Barletta, unitamente ad una pattuglia della locale Stazione,  di intervenire sul posto bloccando l’uomo, il quale, alla vista dei militari tentava di darsi alla fuga, gettando via l’ascia e il coltello, prontamente recuperati e posti sotto sequestro. L’arrestato, su ordine della competente A.G., è stato così tradotto presso la Casa Circondariale di Trani, in  attesa di giudizio.

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -