Bagnanti tra i rifiuti a Bari: la vergogna ai danni del turismo (e dell’ambiente). Dopo le segnalazioni arrivano gli interventi – video

L’abbandono selvaggio di immondizia: un vero e proprio caso a Torre a Mare, quartiere di Bari, d’estate frequentato da migliaia di bagnanti. In questa località balneare molteplici rifiuti, perlopiù ingombrati, sono stati segnalati dai cittadini nei giorni scorsi e poi anche da un servizio televisivo a cura della redazione del TGR Puglia. Oggi, con un secondo servizio televisivo, è lo stesso Tg Rai regionale a rendere noto l’intervento di Amiu Puglia finalizzato alla rimozione di quei rifiuti. Ora i riflettori si focalizzano sulle origini degli stessi: difficilmente immaginabile che ad abbandonarli siano stati cittadini singoli, il sospetto ricade subito su qualche azienda del territorio che avrebbe così cercando di disfarsene senza conferirli presso l’isola ecologica di turno.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Torre a Mare (ex Torre Pelosa), lo ricordiamo, è un quartiere di Bari appartenente dal 2014 al I municipio (ex V circoscrizione). Una zona balneare ad alto potenziale turistico non merita certamente di subire questo scempio ambientale fortunatamente interrotto dai dipendenti della locale ditta di pulizia. Tuttavia si tratta di un fenomeno che potrebbe presto ripetersi e sarebbe dunque il caso di intervenire per contrastare lo stesso attraverso efficaci misure di sorveglianza capaci di elargire le giuste sanzioni a chi si macchia di questi gravi reati ambientali che inevitabilmente rischiano così di compromettere anche l’immagine turistica del territorio.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ricordiamo che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. Il video diffuso dal Tgr Puglia:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -