Coldiretti, domani a Bari pesce fresco pugliese in gran quantità in Piazza del Ferrarese

Il pesce rigorosamente ‘made in’ dai mari pugliesi sarà il protagonista della domenica al Mercato di Campagna Amica di Piazza del Ferrarese a Bari, dove domani 28 ottobre 2018, la guida al consumo consapevole riguarderà il pescato e le specie ittiche rigorosamente pugliesi.

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Due pesci su tre provengono dall’estero, ma il consumatore non lo sa a causa delle mancanza di una informazione trasparente”, denuncia il Presidente di Coldiretti Puglia, Savino Muraglia. “Proprio per valorizzare il pesce pescato e allevato nel nostro Paese mediante la creazione di una filiera ittica tutta italiana che tuteli la qualità e l’identità nazionale del prodotto, abbiamo avviato iniziative pilota per la vendita diretta del pesce presso la rete di Campagna Amica. Negli ultimi cinque anni sono quasi triplicate le frodi a tavola con un incremento record del 170 per cento e ciò ha determinato negli anni in Puglia un crollo della produzione del pescato, la perdita di oltre 1/3 delle imprese e di 18.000 posti di lavoro, con un contestuale aumento delle importazioni dal 27% al 33%”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Di assoluto rilievo i numeri del settore in Puglia, il cui valore economico è pari all’1% del PIL pugliese e arriva fino al 3,5% se si considera l’intero indotto – aggiunge Coldiretti Puglia – conta 1500 imbarcazioni, 5000 addetti, 10 impianti di acquacoltura e mitilicoltura. Le aree vocate sono prioritariamente Manfredonia, Molfetta, sud Barese, Salento, dove il pescato più importante è costituito da gamberi, scampi, merluzzi.

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Una crisi del settore ittico, che si trascina da 30 anni – rileva Angelo Corsetti, Direttore di Coldiretti Puglia – in un mercato, quello del consumo del pesce, che aumenta, ma sempre più in mano alle importazioni. La produzione ittica derivante dall’attività della pesca è da anni in calo e quella dell’acquacoltura resta stabile, non riuscendo a compensare i vuoti di mercato creati dell’attività tradizionale di cattura. Una rinascita che passa per il mercato e sulla quale Coldiretti sta cercando di impegnarsi a fondo, facendo partire iniziative nei Mercati di Campagna Amica che hanno come obiettivo vendita diretta, semplificazione e tracciabilità”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

L’ulteriore obiettivo che si vuole raggiungere è quindi quello di puntare sul concetto di “impresa familiare” – spiega Coldiretti Impresa Pesca – punto di vista che può risolvere il problema della continuità, del ricambio generazionale e dell’occupazione giovanile, attraverso un’adeguata formazione, fornendo nuove opportunità anche a soggetti oggi molto spesso marginalizzati nel settore ittico, come le donne, che potrebbero qui rivestire un ruolo importante nell’economia dell’impresa di pesca, nella fase di commercializzazione e nella gestione amministrativa, in un’ottica di integrazione del reddito.

L’evento di promozione organizzato al Mercato di Campagna Amica di Bari rientra nel Programma Nazionale Triennale della Pesca e dell’Acquacoltura 2017 – 2019 2014 del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali.

- Prosegue dopo la pubblicità -