Puglia: mamme NO TAP e figli contro il gasdotto “state stuprando la nostra terra come l’ILVA” – video

Non solo gasdotto ma anche inquinamento ne mare: si parla di chiazze nel mare e presunte forme di inquinamento secondarie mentre da oggi il cantiere della multinazionale TAP è tornato a riprendere la sua attività. Le motivazioni che hanno spinto le mamme di Melendugno e di altri territori limitrofi a protestare qualche giorno fa sono dunque molteplici.

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Ci siamo sempre state, ci siamo e ci saremo sempre. Non arretreremo di un passo nella lotta in difesa di questa Terra, neppure davanti alla desolazione di questo orizzonte indelebilmente macchiato dallo strapotere di una multinazionale. #NOTAP” – scrivono le mamme sui social.

- Prosegue dopo la pubblicità -

La notizia è stata segnalata alla nostra redazione (a tal proposito, ricordiamo ancora una volta che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. E’ anche possibile inviare immagini ed osservazioni all’indirizzo redazione@pugliareporter.com). Video diffuso da Tele Rama:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -