Gelate in Puglia, FI presenta più di un emendamento a difesa comparto agricolo “vediamo se Governo giallo-verde è sensibile”

Dalle parole ai fatti: abbiamo ripresentato in Senato, oggi, l’emendamento alla manovra per sostenere gli agricoltori pugliesi che hanno patito i danni delle gelate dello scorso febbraio. Verificheremo la reale sensibilità del governo giallo-verde verso il comparto agricolo: del resto, l’esecutivo si è già impegnato a farlo a novembre, approvando il nostro ordine del giorno inserito nel Dl Fiscale”. Lo dichiarano il commissario regionale di Forza Italia, l’on Mauro D’Attis, ed il vice commissario, il sen Dario Damiani.

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Il contenuto della proposta di modifica –aggiungono– è ormai noto e si traduce in una deroga alla normativa vigente che escluderebbe dai benefici previsti coloro che, al momento della calamità, non avevano polizze assicurative. L’art 1, comma 3 del decreto legislativo 102/04 consente, infatti, di attivare gli interventi compensativi del fondo di solidarietà nazionale esclusivamente nel caso di danni coperti dal Piano assicurativo agricolo. E noi ci stiamo battendo affinché sia approvata una deroga importante per un settore già vessato da altre calamità che hanno colpito soprattutto l’olivicoltura. Un intervento -concludono D’Attis e Damiani- che non richiede nemmeno l’individuazione di risorse aggiuntive perché il fondo già c’è”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Già Alcuni giorni la netta presa di posizione di Fi: “Le gelate dello scorso febbraio hanno messo in ginocchio la Puglia ed ora il governo nazionale è alla prova finale: abbiamo ripresentato, dopo la prima bocciatura, un secondo emendamento alla manovra, sia alla Camera sia al Senato, per consentire agli agricoltori senza assicurazione di poter beneficiare, in deroga alle norme vigenti, delle agevolazioni previste in caso di danni alle produzioni e alle aziende cagionati dall’ondata di maltempo in questione. Per farlo non c’è bisogno di altre coperture finanziarie perché il fondo già esiste”. Avevano dichiarato Forza l’on Mauro D’Attis, ed il vice commissario, il sen Dario Damiani.

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Il contenuto della proposta di modifica –aggiungevano- è pressoché identico al primo. L’art 1, comma 3 del decreto legislativo 102/04 consente di attivare gli interventi compensativi del fondo di solidarietà nazionale esclusivamente nel caso di danni coperti dal Piano assicurativo agricolo. Ciò lascerebbe privi di sostegno i tanti agricoltori che non avevano, al momento della calamita in questione, coperture assicurative per questo rischio. Parliamo di un comparto già provato, vessato da calamità pesantissime che hanno colpito soprattutto il settore olivicolo (a partire dalla Xylella). La Regione Puglia, a trazione centrosinistra, non ha portato avanti alcuna azione straordinaria per aiutare le aziende che hanno registrato una perdita che sfiora il 95% della produzione. Se la Giunta Emiliano latita, -concludono D’Attis e Damiani- in questa settimana tasteremo il polso del governo giallo-verde sulla sua volontà di sostenere o meno un settore identitario per la nostra economia”.

- Prosegue dopo la pubblicità -