Polignano, l’imprenditore delle luminarie replica: “non devo nulla al Comune, anzi ci devono loro 30.000 euro”

Le testate nazionali e regionali parlavano di un misterioso “sparizione” e invece è proprio lui a voler diffondere delle dichiarazioni in risposta a quelle dell’amministrazione comunale. A Puglia Press, Lestingi ha spiegato: “al comune non dobbiamo nulla“, anzi, per l’imprenditore che ha investito al discusso evento di “Meraviglioso Natale” a Polignano, quelli del Comune “devono darci 30.000 euro“. Stando alle dichiarazioni, gli accessi registrati ufficialmente durante il periodo ammonterebbero a circa 300.000. Per l’occasione, il centro storico di Polignano era stato addobbato con una serie di illuminazioni natalizie.

- Prosegue dopo la pubblicità -

La manifestazione, scriveva invece la Gazzetta, si è svolta nel rispetto delle regole, anche se con modalità particolari per la località che ha dato i natali a Domenico Modugno. La giunta, infatti, ha concesso a Lestingi, in quanto presidente dell’associazione organizzatrice GPuglia, gli spazi pubblici per organizzare l’evento, di fatto rendendoli ‘privati’. In pratica, si legge nella delibera del 22 ottobre 2018, all’associazione di imprenditori veniva dato il permesso di organizzare l’iniziativa, che prevedeva l’istallazione di luminarie per tutto il paese e il pagamento di un biglietto d’ingresso al borgo. GPuglia avrebbe solo dovuto occuparsi della sicurezza dell’evento (e dei relativi permessi) e pagare la tassa di occupazione del suolo pubblico per tutta la durata della manifestazione (dal 16 novembre all’Epifania). Altro rebus da risolvere risulterebbe la verifica degli incassi effettivi: “su 500mila partecipanti, infatti,” – scrivono sul F.Q. – “ci sarebbero stati solo 120mila biglietti venduti“. Insomma, il Natale è finito ma il caso è non è affatto chiuso. Nelle scorse settimane, un servizio del Tgr documentava l’evento natalizio:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Incuriosisce dunque la differenza di “pareri” tra l’amministrazione comunale e i promotori del progetto. Chi ha ragione e chi ha torto? La notizia è stata segnalata alla nostra redazione (a tal proposito, ricordiamo ancora una volta che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. E’ anche possibile inviare immagini ed osservazioni all’indirizzo redazione@pugliareporter.com).

- Prosegue dopo la pubblicità -