Puglia: microspie in chiesa per origliare le confessioni. I fedeli interpellano un investigatore privato

Era tutto molto strano: ciò che si diceva nella  chiesa di san Domenico, anzi precisamente vicino al confessionale, dopo poco tutto il paese era a conoscenza del fatto. Questo ha insospettito  le confraternite di San Luigi e delle Rosariane della città di Nardò, in provincia di Lecce, che hanno pensato di creare una falsa notizia per vedere se , come le altre, avesse fatto il giro del paese. E così è stato, infatti dopo poco la falsa notizia era sulla bocca di tutti.

Questa era la dimostrazione che in chiesa c’erano delle spie e grazie ad un investigatore privato chiamato dagli stessi fedeli, sono state scoperte due microspie, una vicino alla raccolta delle offerte e l’altra dietro un mobile, ambedue nelle vicinanze del confessionale.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Questo ha suscitato scalpore nel paese salentino che conta poco più di 30mila abitanti. Per capire perchè e chi ha adottato questo strano comportamento sono stati  interpellati i Carabinieri che dovranno indagare sul caso.  Intanto il materiale trovato è stato acquisito dai militari e consegnato un’istruttoria alla Procura della Repubblica.

- Prosegue dopo la pubblicità -

La notizia è stata segnalata alla nostra redazione (a tal proposito, ricordiamo ancora una volta che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. E’ anche possibile inviare immagini ed osservazioni all’indirizzo redazione@pugliareporter.com).

- Prosegue dopo la pubblicità -