Raffica di multe a Bari, commerciante a Decaro: “io multata con l’auto in moto, chiamo avvocato”

“Alle 18:08 abbiamo parcheggiato momentaneamente in doppia fila con la freccia accesa a destra e con la macchina in moto. Il conducente che mi accompagnava è sceso per attraversare la strada ed aiutarmi ad aprire il negozio.Nel frattempo io ero vicino al mezzo in moto, a questo punto si è avvicinata dietro il mio mezzo un’auto dei vigili. Il tempo di aprire la saracinesca del mio negozio, il conducente ha attraversato la strada per riprendere il mezzo e andare a parcheggiare. A questo punto, nemmeno passato un minuto, che mi sono accorta che i due vigili seduti in auto stavano scrivendo qualcosa. Mi sono avvicinata e ho chiesto loro se per caso mi stessero facendo la multa – comincia così il messaggio di Carmela, una cittadina barese attraverso inserito nella sezione “Community” della Pagina Facebook del Sindaco di Bari Antonio Decaro.

- Prosegue dopo la pubblicità -

A questo punto – continua Carmela -, il vigile con la matricola 130, mi ha risposto appellandomi come maleducata e dandomi del tu. Era stizzito per il motivo che a detta sua io con il mio corpo coprivo la targa. Con arroganza mi ha detto che per saper se avessi preso la multa dovevo attendere 30 giorni”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Adesso basta Sindaco, ci state facendo chiudere i battenti uno ad uno. Noi lottiamo ogni giorno per rimanere aperti. Non è possibile vivere in questo incubo – scrive la commerciante – , non è possibile che non abbiamo nemmeno il tempo di aprire la saracinesca che ci ritroviamo dietro dei vigili comodamente seduti in macchina che fanno multe senza nemmeno scendere dall’auto e/o avvisare di spostare il mezzo e/o consegnare la multa a mano, non hanno nemmeno il coraggio di fare il loro mestiere con trasparenza”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Io sono una donna eroe – sottolinea la cittadina barese – ogni giorno apro la saracinesca del mio negozio in un quartiere non facile, per garantire di pagare le tasse e i vostri stipendi. Io mi affanno e mi invecchio nel locale per sopravvivere a tutto. Con la luce del mio locale, garantisco la sicurezza dei cittadini che passeggiano e noi di riscontro non abbiamo nemmeno un pass per poter posteggiare e/o la comprensione di Voi autorità che ci dovete tutelare e non massacrare”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Poi, Sindaco, voglio sapere perché alla mia richiesta verso i vigili se mi avessero fatto la multa, chiedo, perché non me la hanno rilasciata al momento. Perché non rilasciano il documento di avvenuta multa al momento? Perché devo attendere 30 giorni, per pagare anche la notifica? (ulteriore guadagno x il Comune) senza possibilità di sconto? Comunque io questa volta ho testimoni, se mi arriva la multa, mi farò assistere da un avvocato – conclude – . Sono agitata e disturbata da questo fare dei vigili. Sindaco, nell’attesa di un Suo riscontro, la saluto”.

La notizia è stata segnalata alla nostra redazione (a tal proposito, ricordiamo ancora una volta che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. E’ anche possibile inviare immagini ed osservazioni all’indirizzo redazione@pugliareporter.com).

- Prosegue dopo la pubblicità -