Bari, commerciante si toglie la vita: denunciato per presunti abusi edilizi. Si sentiva “trattato come un criminale”

Era stato accusato di aver effettuato presunti abusi edilizi. Un dolore evidentemente troppo pesante per lui, che ha deciso di farla finita: come riporta Il Quotidiano Italiano, un 56enne del posto si sarebbe suicidato perché perseguitato dall’accusa. L’uomo gestiva un pub nella piazzetta di Torre a Mare.  Qui il saluto del comitato di quartiere:

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Oggi è un giorno particolare e sapete bene a chi ci riferiamo, solo che per rispetto ed estremo senso di delicatezza, chiameremo l’uomo che non è più tra noi, con il suo nome e cognome e non come lo chiamavano i suoi amici, tantissimi, in lacrime per la scomparsa del Sig. Francesco Cinquepalmi. Ci ha lasciati un uomo per bene, un vero gentiluomo e sopratutto un uomo di carattere. Ci ha lasciati con un senso di vuoto che potremo colmare solo restando uniti e facendo fronte comune. Con la sua generosità materiale e umana, con il suo bagaglio di esperienze e con la sua voglia di darsi, ci ha trasmesso la voglia del sorriso che dobbiamo impegnarci a portare con noi. Un uomo forte che ha saputo fare delle sue idee un vessillo, che abbiamo il dovere di far vedere a tutti quelli che non credono in nulla e che hanno perso la barra del timone. Lui da vero e grande pescatore quale era, ed era grande in tutto, sopratutto nell’umiltà, ci ha lasciato una grande lezione, oltre che un grande fardello, che alle volte dimentichiamo di avere… LA RESPONSABILITA’!!! Lui si è preso la più grande delle responsabilità, dimostrando la sua forza e trasmettendocela, in modo che si possa davvero fare quello che va fatto senza se e senza ma. A nulla valgano quindi inutili strumentalizzazioni e parole, ma contino i fatti, senza che la memoria del Sig. Francesco Cinquepalmi ne possa essere intaccata. Sì, ribadisco il Sig. Francesco Cinquepalmi, perchè solo pochi, lo possono davvero chiamare con il suo nome da battaglia o con il suo soprannome. Rimarrà indelebile il suo messaggio e l’incredibile cordoglio che questa persona ha lasciato nel cuore e nelle menti di tutti noi. Non è più tra noi, ma c’è e ci sarà sempre in ogni passo che ci accompagnerà nella nostra vita e nei nostri impegni personali ma sopratutto di comunità, quella che oggi si stringe al dolore della sua famiglia che abbracciamo con partecipazione e delicato affetto. Adesso il tuo mare ti aspetta e quando vedremo un catamarano in mezzo al blu sarà bello pensare che ci sia tu a bordo che ci fai un sorriso dei tuoi”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

La notizia è stata segnalata alla nostra redazione (a tal proposito, ricordiamo ancora una volta che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. E’ anche possibile inviare immagini ed osservazioni all’indirizzo redazione@pugliareporter.com).

- Prosegue dopo la pubblicità -

 

- Prosegue dopo la pubblicità -