Le mamme del quartiere tamburi in presidio anti-inquinamento. Ma il sindaco ricorda, “non ho il potere di fermare il siderurgico” – nessun provvedimento è escluso “per difendere la salute dei cittadini”. Il sindaco di Taranto, Rinaldo Melucci, valuta tutte le ipotesi sul tavolo per tutelare la salute dei cittadini, ma lo stesso precisa l’impossibilità di chiudere l’acciaieria perché “è compito del governo centrale”. Nel frattempo, nonostante il cambio di gestione aziendale, l’ex ilva continua ad inquinare, a quanto pare più di prima, a tal punto da costringere la chiusura delle scuole e a spingere alcuni medici a rilasciare preoccupanti dichiarazioni sulla salute dei bambini.

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il Sindaco di Taranto è in attesa di una certezza scientifica da parte di Ispra (Istituto superiore per la protezione e ricerca ambientale) , genitori ed altri cittadini tarantini sono tornati per strada in segno di protesta, dopo l’occupazione pacifica svoltosi nei giorni scorsi nel palazzo comunale. Lo scorso 6 marzo 2019 un incontro con il prefetto Donato Cafagna ha visto riunirsi i vertici dell’Istituto, dell’Arpa Puglia, dell’Asl, Regione e Provincia. Nell’ultima manifestazione, una mamma ha esposto le proprie preoccupazioni anche per le conseguenze dell’inquinamento sul latte materno:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

La notizia è stata segnalata alla nostra redazione (a tal proposito, ricordiamo ancora una volta che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. E’ anche possibile inviare immagini ed osservazioni all’indirizzo redazione@pugliareporter.com).

 

- Prosegue dopo la pubblicità -