Enormi cinghiali a spasso per Bari, Sindaco “catturati 11 esemplari” – video e foto

Un video divenuto subito virale sui social e poi rilanciato anche da alcune fonti giornalistiche mostra per l’ennesima volta alcuni esemplari di cinghiali nel quartiere San Paolo di Bari. Si tratta dell’ultima di una serie di svariate segnalazioni giunte dal popolare quartiere periferico del capoluogo pugliese. Negli ultimi tempi i cinghiali sembra si siano specializzati all’apertura dei bidoni con lucchetti, spingendoli per terra e riuscendo così a cibarsi persino del contenuto normalmente conferito per la raccolta dell’organico.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Una situazione che si aggiunge ad incidenti stradali, aggressioni e in linea piu’ generalista con disagi continui per la cittadinanza. Una specie, quella dei cinghiali, non autoctona ed introdotta in maniera irresponsabile alcuni anni fa, molto probabilmente da parte di ignoti bracconieri nell’Alta Murgia. Oggi le istituzioni locali si trovano in seria difficoltà per il recupero di questi animali. Tuttavia, una nuova risposta giunge dall’amministrazione cittadina (il post subito dopo questo filmato). Il video:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

“La scorsa notte sono stati catturati altri 11 cinghiali nel quartiere San Paolo. Il lavoro in collaborazione con la Regione è incessante, quotidiano, complesso.
Non è possibile debellare del tutto il fenomeno ma abbiamo il dovere di mitigarlo, e ce la stiamo mettendo tutta. Per approfondimenti, vi rimando al post che ho scritto qualche settimana fa (https://www.facebook.com/antdecaro/photos)” – lo rende noto il Sindaco di Bari Antonio Decaro con un nuovo post diffuso sui social. La foto riportata su Facebook:

- Prosegue dopo la pubblicità -

La notizia è stata segnalata alla nostra redazione (a tal proposito, ricordiamo ancora una volta che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. E’ anche possibile inviare immagini ed osservazioni all’indirizzo redazione@pugliareporter.com.

- Prosegue dopo la pubblicità -