Citri in Puglia: l’incredibile fenomeno naturale marino che sta attirando migliaia di turisti – video – i vortici di Taranto descritti già dagli antichi romani

Derivanti per definizione dal termine greso KYΘPOΣ (chytros), i Citri di Taranto sono curiosi fenomeni sottomarini che terminano sulla superficie del mare. Il fenomeno parte dal fondale marino, da dove partono alcune sorgenti d’acqua dolce che, per pressione, tendono a tornare in superficie manifestandosi con una sorta di “bollitura“. I Citri di Taranto sprigionano  quotidianamente milioni di litri di acqua dolce e tra i più grandi e conosciuti ricordiamo l’Anello di San Cataldo che si trova nel Mar Grande. Molti di questi fenomeni sono ben noti nel Mar Piccolo, dove sarebbe in crescita l’attrazione turistica.

- Prosegue dopo la pubblicità -

I citri, provocando dei vortici, ossigenano l’acqua dei due mari, dove, di citri, se ne trovano a diecine. Una esagerata presenza di boe, con i pali delle cozze,frenano un po’,tali correnti che,danno ossigeno e frigorie,ai due mari, perche’ le acque sotterranee che poi fuoriescono dai citri, hanno temperatura di 10-15°C. Il singolare fenomeno fu descritto anche dal viaggiatore tedesco Johann Hermann von Riedesel. Un video mostra la particolare caratteristica di uno di questi Citri nel tarantino:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Non solo: il particolare fenomeno naturale sarebbe capace di migliorare la crescita delle cozze, rendendole così uniche per tipologia. Questo segreto viene tramandato addirittura dallo scrittore romano Plinio il Vecchio che nel Naturalis historia (libro XXXII, cap. XXI.), riportava «Et ostrea (…) gaudent dulcibus aquis et ubi plurimi influunt amnes», tradotto: “le ostriche … prosperano nelle acque dolci e dove confluiscono molte correnti“.  In un filmato diffuso su YouTube da Rino Sanges (che condividiamo qui sotto), sono state diffuse le immagini subacquee di una delle 31 sorgenti di acqua salmastra presenti nel mar Piccolo di Taranto. Il video:

- Prosegue dopo la pubblicità -

La notizia è stata segnalata alla nostra redazione (a tal proposito, ricordiamo ancora una volta che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. E’ anche possibile inviare immagini ed osservazioni all’indirizzo redazione@pugliareporter.com).

- Prosegue dopo la pubblicità -