La Luna Rosa incanta la Puglia, video e foto diffusi sul web

Non è realmente rosa ma lo spettacolo è comunque suggestivo: parliamo della “Luna Rosa“, ovvero il momento in cui il nostro satellite naturale raggiunge la fase di plenilunio. Quest’anno l’appuntamento astronomico è cominciato dallo scorso venerdì intorno alle 13:12, ma dall’Italia è risultato osservabile dalle 20. Il disco lunare risultava molto ben visibile, perché erano passati solo tre giorni dal perigeo, ovvero dal momento in cui la Luna ha raggiunto la sua minima distanza dalla Terra. L’evento è così definito perché secondo la tradizione dei nativi americani la sua comparsa era legata alla fioritura di una pianta selvatica che con i suoi petali tingeva di rosa il paesaggio. Per noi sarà altrettanto speciale perché secondo il calendario ecclesiastico è il plenilunio che segna l’arrivo della domenica di Pasqua.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Lo spettacolo celeste continuerà anche la sera di Pasquetta: nella seconda parte della notte tra il 22 e il 23 aprile, come ricorda l’Unione astrofili italiani (Uai), sarà possibile ammirare la congiunzione tra la Luna e Giove, nella costellazione dell’Ofiuco, non lontano dalla stella Antares dello Scorpione il plenilunio viene definito così non perché la Luna appaia in cielo con questo colore, bensì perché secondo la tradizione dei nativi americani la sua comparsa era legata alla fioritura di una pianta selvatica che con i suoi petali tingeva di rosa il paesaggio. Un breve ma emozionante filmato girato nelle campagne pugliesi:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Una foto diffusa su Facebook:

- Prosegue dopo la pubblicità -

La notizia è stata segnalata alla nostra redazione (a tal proposito, ricordiamo ancora una volta che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. E’ anche possibile inviare immagini ed osservazioni all’indirizzo redazione@pugliareporter.com).

- Prosegue dopo la pubblicità -