Puglia: “c’è una bomba davanti alla posta”, scatta operazione antiterrorismo, poi la scoperta: “è la monnezza”. Carabinieri rimproverano autore rifiuti abbandonati e glieli riportano a casa sua

Un vero e proprio allarme con un’operazione ai limiti dell’antiterrorismo quello scattato la notte scorsa nel comune di Galatina (Lecce) quando una segnalazione riguardante un pacco sospetto dall’Ufficio postale della zona è giunto prima alle guardie giurate e poi all’Arma dei Carabinieri:

- Prosegue dopo la pubblicità -

intervenuti sul posto introducendo le procedure di delimitazione dell’area, i militari, attraverso una squadra di artificieri, hanno appurato il contenuto del pacco – uno scatolone in cartone sigillato con del nastro adesivo da imballaggio, senza alcun segno distintivo – scoprendo che il sospetto “pacco bomba” altro non era che uno scatolone pieno di spazzatura. Essendo posizionato in maniera anomala, erano scattati i sospetti, poi rivelatosi infondati. Ma non è finita qui:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Una volta recuperato il materiale, i militari hanno identificato l’autore dell’abbandono dei rifiuti, decidendo di riportare gli stessi presso la residenza del soggetto che li aveva lasciati per strada. I Carabinieri avrebbero così raccomandato al soggetto in questione di garantire atteggiamenti corretti per il giusto conferimento dei rifiuti per le prossime occasioni. (Fonte news).

- Prosegue dopo la pubblicità -

La notizia è stata segnalata alla nostra redazione (a tal proposito, ricordiamo ancora una volta che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. E’ anche possibile inviare immagini ed osservazioni all’indirizzo redazione@pugliareporter.com).

- Prosegue dopo la pubblicità -