Puglia: 87 sanzioni per errato conferimento dei rifiuti, il sindaco Angarano: “differenziare è un segnale di civiltà e significa rispettare l’ambiente”

Sono 87 le sanzioni comminate ad altrettanti condomini in tre giorni, dal 30 aprile al 3 maggio, per l’errato conferimento dei rifiuti nella città di Bisceglie. Le multe sono state elevate durante i controlli effettuati, nei quartieri di Sant’Andrea e Seminario, dal personale di Ambiente 2.0, l’azienda che svolge il servizio di igiene urbana a Bisceglie, e agenti della Polizia locale. “Abbiamo tollerato fin troppo”, ha sottolineato Angelo Consiglio, vicesindaco e assessore all’igiene urbana e alla polizia locale. “Durante i sopralluoghi sono stati multati i casi evidenti di conferimenti non rispondenti alle regole che, lungi dall’essere meri errori, denotano la mancanza di volontà di eseguire correttamente la raccolta differenziata. È il caso, per esempio, di buste in cui erano mischiate diverse categorie di rifiuti, dall’organico all’indifferenziato”, ha specificato il vicesindaco di Bisceglie.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Non rispettare le regole danneggia chi separa e conferisce diligentemente, osservando giorni e orari, ed inficia il dato della raccolta differenziata a livello comunale”, ha commentato il sindaco di Bisceglie, Angelantonio Angarano. “Per questo non siamo più disposti ad essere indulgenti. I controlli continueranno in tutta la Città e saranno costanti. Dobbiamo capire che differenziare è un segnale di civiltà e significa rispettare l’ambiente con benefici sulla tassazione locale”, ha concluso il primo cittadino di Bisceglie.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Contestualmente ai controlli, proseguono gli appostamenti di personale di Ambiente 2.0 e Polizia Locale, in auto civetta, per scovare gli incivili che abbandonano rifiuti in strada. Da inizio anno le sanzioni comminate sono oltre trenta.

- Prosegue dopo la pubblicità -