Puglia: vendeva carni non italiane spacciandole per “nostrane al 100% dell’Alta Murgia”, denunciato macellaio

E’ stato denunciato per frode nell’esercizio di commercio, il titolare di una macelleria di Altamura. In seguito a dei controlli effettuati dai militari del Reparto Carabinieri Forestali “Parco Alta Murgia” di Altamura durante la manifestazione della rievocazione storica “Federicus”, è stato riscontrato che la carne venduta dal macellaio con tanto di scritta “carni fresche nostrane al 100% e dall’Alta Murgia” non erano altro che carni importate da altri paesi dell’Europa come Ungheria, Polonia, Francia e Croazia. Insomma una vera truffa ai danni degli ignari consumatori.

- Prosegue dopo la pubblicità -

L’uomo, in qualità di titolare della ditta individuale,  è stato deferito all’Autorità Giudiziaria di Bari per violazione dell’art. 515 c.p. e dovrà rispondere del reato di “frode nell’esercizio del commercio”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

 

- Prosegue dopo la pubblicità -

 

- Prosegue dopo la pubblicità -

 

 

- Prosegue dopo la pubblicità -