Puglia: ennesima tartaruga marina morta spiaggiata. Stavolta è accaduto a Manduria – le foto

I resti di un esemplare di tartaruga marina del genere caretta caretta sono stati individuati e segnalati da un lettore presso la località di Salina dei monaci, spiaggia sita nel territorio comunale di Manduria (in provincia di Taranto) attraverso gli scatti fotografici che condividiamo qui sotto. Ancora poco chiare le cause del decesso di un fenomeno sempre più comune sulle coste pugliesi:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

l’animale potrebbe essere deceduto per cause naturali o forse anche per l’inquinamento. Pur restando nel dubbio delle cause del decesso della sfortunata tartaruga marina, ricordiamo l’importanza di non gettare rifiuti in mare d’ogni genere. Se una busta di plastica può essere scambiata accidentalmente per una medusa (animali di cui questi rettili marini si nutrono occasionalmente), infatti, anche una semplice cannuccia può intasare le vie respiratorie dell’animale, portandolo alla morte. Lo dimostra anche un articolo diffuso da GloboChannel.com con un video dai contenuti molto drammatici, che mostrava le immagini di una tartaruga con narici sanguinanti fortunatamente da questi pericolosi rifiuti plastici. Un altro scatto fotografico:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ricordiamo che in casi come questi è importante segnalare i resti dell’animale alla Capitaneria di Porto e/o alla Polizia Locale che provvederanno al prelievo della carcassa per poter effettuare le dovute analisi negli uffici competenti. A Tal proposito ricordiamo i seguenti recapiti telefonici:

Capitaneria di Porto Guardia Costiera Taranto: 099 471 3611 – Comando di Polizia Municipale Manduria: 099-9702249.  La notizia è stata segnalata alla nostra redazione (a tal proposito, ricordiamo ancora una volta che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. E’ anche possibile inviare immagini ed osservazioni all’indirizzo redazione@pugliareporter.com).

- Prosegue dopo la pubblicità -