Barletta: delfino e tartaruga marina morti sulla spiaggia – foto e video

Che si tratti di morti naturali o causate da altre fonti “esterne” non ci è dato sapere (i corpi degli animali marini protetti vanno infatti recuperati dalla Guardia Costiera e/o dalla Polizia Locale che provvederà così al trasporto in ambienti attrezzati ed autorizzati per l’analisi delle carcasse) fatto sta che negli ultimi giorni, sulla litoranea di Levate del lungomare di Barletta sono stati individuati i corpi senza vita di un esemplare di delfino e di una tartaruga marina del genere “caretta caretta“. Le foto diffuse sui social sui gruppi Facebook “cosa non va a Barletta” – “Barletta fotografica” e sulla pagina Facebook “Tutto mare Barletta #tuttomarebarletta”:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

https://www.facebook.com/groups/232490023878359/permalink/669632743497416/

- Prosegue dopo la pubblicità -

https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10218900006761542&set=pcb.1594491744018786&type=3&theater&ifg=1

- Prosegue dopo la pubblicità -

La tartaruga morta spiaggiata sempre sulla spiaggia di Levante a Barletta:

- Prosegue dopo la pubblicità -

A questo si aggiungono un esemplare adulto di tasso morto segnalato dal locale circolo di Legambiente – molto probabilmente investito da un’auto – e persino di un grosso ratto di fogna morto sulla litoranea di Ponente, segnalato con un video dalla nostra redazione:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Insomma, una costante moria di animali. Si tratta soltanto di “casi isolati” oppure c’è dell’altro? Certamente il singolare fenomeno dovrebbe far riflettere e aiutarci – a prescindere di come stiano precisamente le cose – a mantenere il mare pulito, difendendolo da chi ancora oggi lo inquina con rifiuti d’ogni genere. Ricordiamo che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. Inoltre è possibile inviare immagini all’indirizzo email redazione@pugliareporter.com.