Puglia: bimbo di tre anni picchiato e molestato da padre e zio, denunciati a Brindisi

La Procura di Lecce ha concluso le indagini su un presunto caso di molestie subite da un bambino di soli tre anni di vita:

- Prosegue dopo la pubblicità -

come riporta il Tgr Puglia, le violenze sarebbero riconducibili al padre e allo zio della piccola vittima:

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Il piccolo sarebbe stato picchiato con calci e pugni e sottoposto a sevizie come bruciature di sigaretta. Inoltre il corpo del bambino sarebbe stato cosparso di fango e saliva. I fatti sarebbero avvenuti dal novembre 2015 al novembre 2017, dopo che il piccolo era stato affidato al padre a seguito della separazione del genitori. Nell’avviso di conclusione delle indagini notificato ai due indagati vi e’ anche l’accusa di violenza sessuale e produzione di materiale pedopornografico, in quanto in diverse circostanze, lo zio avrebbe fotografato il bambino nudo. Alcuni di questi scatti sono stati trovati sul cellulare dell’uomo. Le indagini sono partite dalla della denuncia della madre del bambino”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

La notizia è stata segnalata alla nostra redazione (a tal proposito, ricordiamo ancora una volta che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. E’ anche possibile inviare immagini ed osservazioni all’indirizzo redazione@pugliareporter.com).

- Prosegue dopo la pubblicità -