Barletta: sub confermano “fondali sporchissimi” e tra i rifiuti anche tartaruga morta – video

Rifiuti di ogni genere sono stati trovati dai volontari che nei giorni scorsi, aderendo alla campagna nazionale di Legambiente e alla iniziativa del circolo di Barletta, hanno trovato sulla prima spiaggia libera di Levante e, soprattutto, sul molo, fra le erbacce e tra gli scogli, persino una tartaruga ormai in decomposizione, priva della testa e degli arti, lì chissà da quanto tempo:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Eravamo pronti a ripulire il molo e la spiaggia qui accanto ma ci siamo resi conto di avere sottovalutato il livello di sporcizia e inquinamento che avremmo trovato – ha detto il presidente di Legambiente Barletta Raffaele Corvasce – e per questo è nostra intenzione tornare al più presto ma in forze per riuscire davvero a ripulire questi luoghi”. “Oggi siamo in tanti, ci sono gli studenti e cittadini comuni che, avendo saputo dell’iniziativa hanno voluto partecipare, ma c’è bisogno di tante braccia, c’è bisogno di tutti”, ha aggiunto Corvasce.

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il giorno successivo è stato poi la volta dei sub che hanno provveduto a ripulire fondali in quel tratto, ma l’intenzione, d’intesa con l’Amministrazione comunale, è quella di organizzare più appuntamenti con la speranza di coinvolgere tutte le associazioni e, soprattutto, di spingere i cittadini a partecipare. Come ha fatto il sindaco di Barletta, Cosimo Cannito, con i gruppi di ragazzi a passeggio sul molo per trascorrere un sabato di festa a scuola. Un video diffuso dalla rivista “La Nuova ecologia” (curata da Legambiente) documenta alcuni passaggi delle attività di pulizia straordinaria del fondale marino barlettano:

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Siate responsabili – ha detto loro il primo cittadino – partecipate anche voi alla pulizia di questo luogo, perché vi appartiene, è di tutti”. Il ringraziamento del sindaco, invece, è andato ai tanti che hanno deciso, guanti alle mani e berretto sul capo, di regalare il proprio tempo a questa iniziativa e alla città, come pure ai volontari della Croce Rossa, presenti per garantire la sicurezza dei partecipanti in entrambe le giornate ecologiche.

Ricordiamo che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. Inoltre è possibile inviare immagini all’indirizzo email redazione@pugliareporter.com.

- Prosegue dopo la pubblicità -