Puglia: incendio distrugge 33 mezzi per la raccolta rifiuti, l’ombra della mafia

Un misterioso incendio ha causato la distruzione di 33 veicoli della ditta specializzata nella raccolta dei rifiuti urbani nel territorio di San Giovanni Rotondo:

- Prosegue dopo la pubblicità -

come riporta anche il Tgr Puglia attraverso un articolo, infatti, le fiamme si sono propagate all’interno di un deposito comunale in località Pozzo Cavo. “Chiedo di fare chiarezza immediatamente perché quanto accaduto metterà in seria difficoltà la raccolta dei rifiuti nel nostro comune con una forte presenza turistico-religiosa”, ha detto, preoccupato, il sindaco di San Giovanni Rotondo Michele Crisetti.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Al momento, al Comune di San Giovanni Rotondo è in corso la fase di aggiudicazione del nuovo appalto biennale per l’affidamento del servizio di raccolta rifiuti. In settimana si è insediata la commissione aggiudicatrice che inizierà a valutare le due proposte giunte in Comune: una della stessa ditta, che attualmente svolge il servizio, ed un’altra di una società di Altamura“Tutto ciò – ha dichiarato il segretario della Fp Cgil di Foggia Mario La Vecchia – accade mentre un’Amministrazione comunale di una grande città aveva deciso di indire apposita gara pubblica per l’intero ciclo dei rifiuti urbani, in attesa dei costituenti Aro, e nel momento in cui è stato sospeso il meccanismo delle proroghe. E’ una situazione intollerabile, anche perché va a colpire un’area, quella garganica, che anche le ultime relazioni indicano come la più bersagliata dai grandi business malavitosi“. (Fonte).  Una foto diffusa sul web:

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

La notizia è stata segnalata alla nostra redazione (a tal proposito, ricordiamo ancora una volta che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. E’ anche possibile inviare immagini ed osservazioni all’indirizzo redazione@pugliareporter.com).