Raffaele Fitto con la Meloni invoca: “elezioni subito”

“Il Governo Giallo-Verde era un’anomalia che non poteva durare ancora. Lo abbiamo detto fin dalla sua nascita e abbiamo, come Fratelli d’Italia, chiesto un voto alle Europee anche come segnale per porre fine all’esperienza governativa” – ha dichiararlo è l’On. Raffaele Fitto (co-presidente del gruppo europeo ECR-FRATELLI D’ITALIA), il quale, attraverso un breve comunicato stampa, ha aggiunto:

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Ora la parola, senza indugiare, torni agli italiani. Il Paese ha bisogno di un governo stabile che si intesti con convinzione una manovra finanziaria che punti alla riduzione delle tasse e aiuti chi produce lavoro e sviluppo” – ha concluso Fitto. Critiche giungono dalla Ministra del Sud, Barbara Lezzi (M5S):

- Prosegue dopo la pubblicità -

- Prosegue dopo la pubblicità -

“Tra i più appassionati della linea Salviniana abbiamo un “giovane” politico che è in campo da “solo” trent’anni: Raffaele Fitto. Già ministro con deleghe alla coesione, governatore della Regione Puglia- brillano gli 80 milioni persi di fondi europei durante la sua presidenza – autore di tagli drastici di posti letto nella sanità e di altre “eccellenze” nonché fondatore di un partito nato e morto nell’arco di qualche mese, ora europarlamentare in forza di Fratelli d’Italia. Ha praticamente pensato sempre e solo a ricollocare se stesso a qualsiasi costo. Nessun orgoglio, nessuna coerenza, nessuna dignità. Lo ricorderete nel video prima del 4 marzo terrorizzato dal “cappotto grillino” mentre conversa con Salvini al quale, però, non ha riferito che al sud mancano porti e aeroporti, strade e autostrade lasciando il “Capitano” di stucco al suo arrivo in Puglia. Quindi, mi chiedo, si sentirà, Raffaele Fitto, chiamato in causa quando Salvini parla di politici del sud incapaci? Ma, lo stesso Salvini, dov’era quando la Lega governava con Berlusconi e la Meloni? Siamo noi che stavamo sbloccando tutto e stavamo restituendo al Sud quanto gli è stato tolto fino ad ora. P.S. Centinaio dice bene, a proposito di Xylella, che i 300 milioni sono stati stanziati per legge. Lo so perfettamente perché ho voluto stanziarli io ed ho presentato l’emendamento al decreto emergenze. Ma se non sarà emanato il decreto attuativo non potranno essere spesi e questo territorio non può aspettare. Non giochiamo con le parole e non fingiamo fraintendimenti per prendere tempo. Sarebbe inaccettabile” ha riportato sui social la Lezzi.

- Prosegue dopo la pubblicità -