Caldo in Puglia ha le ore contate: da Ferragosto crollo delle temperature e mari mossi, ecco perché

Il caldo afoso che in Puglia ha persino causato una percezione di ben 51° gradi in alcune zone della regione avrebbe le ore contate:

- Prosegue dopo la pubblicità -

stando a quanto riportato da alcune agenzie meteorologiche e poi riportato anche da fonti giornalistiche telematiche, infatti, a partire dal giorno 15 agosto 2019 in Puglia si verificherà un significativo crollo delle temperature almeno nei dintorni di Bari. Ecco nello specifico cosa accadrà secondo le previsioni meteo:

- Prosegue dopo la pubblicità -

il passaggio di venti provenienti da Nord-Ovest, infatti, causeranno un significativo calo di temperature già a partire dal 14 agosto e poi, un ulteriore calo il giorno successivo che dovrebbe bloccare le temperature al di sotto dei 30°.  Si prospetta dunque un Ferragosto piuttosto fresco, in barba al periodo precedente, caratterizzato invece da temperature simili a quelle riscontrate in India ed in Africa. La situazione, dunque, dovrebbe tornare alla normalità entro poche ore. Massima prudenza per i bagnanti in vista di mari piuttosto mossi:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Attenzione ad esempio alle correnti di risacca, uvvero un intenso flusso d’acqua causato dal moto ondoso del mare, che si forma davanti alla spiaggia. L’accumulo d’acqua lungo la costa provoca un aumento di pressione, che deve essere compensato da un flusso di ritorno che si dirige dalla riva verso il largo ad elevata velocità, trascinando con sé tutto ciò che incontra. Ecco dove si formano di solito:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Tali correnti si creano prevalentemente negli specchi di mare davanti alle spiagge sabbiose, soprattutto quando sono delimitate da promontori rocciosi, formando spesso dei canaloni sul fondale che rendono ancora più pericoloso il loro manifestarsi. In merito al fenomeno della risacca, risulta importante ricordare che: In quell’area, l’acqua si muove in direzione opposta quindi chi si trova in quell’area viene “risucchiato” verso il mare. Nel caso in cui si finisse in una tale corrente, il metodo più corretto per difendersi è nuotare parallelamente alla costa, senza sprecare preziose energie cercando di raggiungere direttamente la riva, cercando quindi di uscire dal lato della testa. Contrastare una tale forte corrente è infatti estremamente lungo e faticoso, molto meglio uscirne lateralmente quanto prima. Ad ogni modo, in caso di avvistamento…meglio stare alla larga dalla corrente di risacca! Vi chiediamo di condividere e farlo sapere a tutti. (Fonte: cronaca.news).

- Prosegue dopo la pubblicità -
La notizia è stata segnalata alla nostra redazione (a tal proposito, ricordiamo ancora una volta che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. E’ anche possibile inviare immagini ed osservazioni all’indirizzo redazione@pugliareporter.com).