Bimba colpita da Seu a Bari: quattromila euro a fiala per salvarla con un superfarmaco

Quattromila euro a fiala, questo il costo approssimativo di un superfarmaco individuato dai medici per salvare una giovanissima ricoverata nel barese:

- Prosegue dopo la pubblicità -

parliamo di Rosalba, bambina ricoverata nei giorni scorsi presso l’ospedale Giovanni XXIII di Bari a causa della Seu (Sindrome Emolitico Uremica) contratta per cause ancora non del tutto chiarite. Al momento, la bambina non avrebbe subito danni cerebrali ma non sarebbe ancora fuori pericolo. I Carabinieri del Nucleo NAS stanno indagando sulle potenziali cause, analizzando prodotti alimentari della zona. Tra questi:

- Prosegue dopo la pubblicità -

al setaccio sarebbero state sottoposte aziende locali che producono latte, frutta, verdura e fonti di acqua potabile. Il dubbio è che alcuni di questi elementi possano essere stati contaminati con il batterio che causa poi la temuta sindrome.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ricordiamo che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp dell’area metropolitana di Bari per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. E’ anche possibile inviare immagini ed osservazioni all’indirizzo redazione@pugliareporter.com.

- Prosegue dopo la pubblicità -