Bari: bazar della droga nel Borgo Antico, in manette un 50enne. Arrestata anche giovane donna per spaccio

Continuano senza sosta le operazioni dei Carabinieri della Compagnia di Bari Centro volte a prevenire ed a contrastare il consumo e lo spaccio di sostanze stupefacenti.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Le ultime operazioni sono state messe a segno nel Borgo Antico dai Carabinieri della locale Stazione di Bari San Nicola. A finire in manette un cinquantenne censurato, B.D., nella cui abitazione i militari hanno rinvenuto un vero e proprio laboratorio della droga e, in un’altra operazione, F.R., di anni 30, incensurata, trovata in possesso di 51 dosi di marijuana.

- Prosegue dopo la pubblicità -

I militari, dopo aver notato un via vai di persone nei pressi dell’abitazione dell’uomo, senza indugio, hanno eseguito un’accurata perquisizione domiciliare che ha consentito di rinvenire e sottoporre a sequestro un ingente quantitativo di sostanze stupefacenti: 751 grammi di hashish suddivisi in numerosi “panetti”, 71 grammi di marijuana, 72 grammi di cocaina e 50 grammi di procaina, nonché un bilancino di precisione, strumenti per il taglio della sostanza e materiale utile al confezionamento in singole dosi. Nel corso dell’attività, è stata rinvenuta e sottoposta a sequestro anche la somma di 3.470 € in contanti, ritenuta il provento dell’illecita attività di spaccio.

- Prosegue dopo la pubblicità -

B.D., è stato così arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e, su disposizione della competente A.G., tradotto presso la locale Casa Circondariale. Dopo qualche giorno, ad attirare l’attenzione degli stessi militari della Stazione di San Nicola, è stata una giovane donna, F.R., la quale, durante una perquisizione domiciliare, è stata trovata in possesso di 40 grammi di sostanza stupefacente del tipo marijuana suddivisa in 51 bustine, già pronte per la vendita al dettaglio. La donna, arrestata per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, su ordine della competente A.G., è stata sottoposta agli arresti domiciliari in attesa del giudizio.

- Prosegue dopo la pubblicità -

La droga sequestrata è stata inviata al L.A.S.S. del Comando Provinciale Carabinieri di Bari che effettuerà specifiche analisi al fine di stabilirne il principio attivo e il numero di dosi ricavabili.