Puglia: spaccio e furto di energia elettrica da rete pubblica, arrestato 56enne tarantino

I Carabinieri della Sezione Operativa della Compagnia di Taranto hanno arrestato, nella flagranza del reato di detenzione di stupefacenti a fini spaccio e furto di energia elettrica, R. C. 56enne pregiudicato tarantino, in atto sottoposto agli arresti domiciliari.
I militari, durante un mirato servizio, a seguito di una perquisizione domiciliare presso l’abitazione dell’uomo, hanno rinvenuto 21 gr. di hashish, materiale per il confezionamento delle dosi, un bilancino di precisione e la somma in contanti di € 67,00, suddivisa in banconote di piccolo taglio, sottoposta a sequestro in quanto ritenuta provento dell’attività di spaccio.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Nel corso dell’attività gli operanti hanno accertato, altresì, che l’abitazione era allacciata abusivamente alla rete elettrica pubblica. Il prevenuto, condotto in caserma, al termine delle formalità di rito, è stato arrestato e, su disposizione dell’A.G., sottoposto nuovamente agli arresti domiciliari presso la propria abitazione. Lo stupefacente è stato sottoposto a sequestro per essere analizzato presso il Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti del Reparto Operativo del Comando Provinciale Carabinieri di Taranto.

- Prosegue dopo la pubblicità -