Bari: donne rubano nei negozi e picchiano vittime, arrestate

Continuano i controlli del territorio dei Carabinieri in città, sia nell’ambito dei servizi “Alto Impatto”, sia nell’ambito di “Strade Sicure”:

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ieri mattina, i militari della Stazione di Bari Carrassi e dell’11° Reggimento CC Puglia, impegnati nei servizi “Alto Impatto”, in Piazza Umberto, hanno arrestato, in flagranza di reato, per rapina impropria, due donne, D.L. 27enne, N.A. 41enne ed un uomo P.A. 38enne, tutti di Bitonto. Ecco perché:

- Prosegue dopo la pubblicità -

I militari, che presidiavano Piazza Umberto, ricevuta una nota di ricerca trasmessa dalla Centrale Operativa del Comando Provinciale di Bari, in ordine ad un furto di diversi capi d’abbigliamento, per un valore di circa 480,00 euro, avvenuto all’interno di un esercizio commerciale del centro cittadino, apprendevano anche che gli addetti ai controlli erano stati aggrediti e minacciati. Pertanto, dopo una breve ma intensa attività di ricerca nelle vie circostanti, i Carabinieri localizzavano e bloccavano i tre autori, mentre stavano attraversando la medesima piazza Umberto. In particolare:

- Prosegue dopo la pubblicità -

gli arrestati, dopo aver occultato della merce all’interno di alcune borse, giunti, all’uscita del negozio, alle barriere antitaccheggio, avevano fatto attivare l’allarme, richiamando l’attenzione del personale addetto ai controlli. Per guadagnarsi la fuga, avevano quindi aggredito gli addetti alla sicurezza con spintoni e minacce, riuscendo a scappare e lasciando sul posto parte della refurtiva. La competente A.G. ha disposto per i tre Bitontini gli arresti domiciliari, in attesa di giudizio. Inoltre:

- Prosegue dopo la pubblicità -

L’altra sera, sempre in Piazza Umberto, i militari della Stazione San Nicola, facenti parte del dispositivo “Alto Impatto”, al termine di accertamenti, hanno identificato e denunciato due georgiani ed un somalo, tutti regolari sul territorio nazionale, responsabili con altri tre extracomunitari non ancora identificati, di aver partecipato ad una rissa in quella piazza. Nei giorni precedenti, inoltre:

i Carabinieri della Stazione Bari Principale e quelli della Stazione di Bari Carrassi, congiuntamente a militari della Compagnia d’Intervento Speciale del 11° RTG “Puglia”, nell’ambito dei servizi “Strade Sicure”, in due diverse circostanze, nella centralissima Piazza Aldo Moro, avevano denunciato in stato di libertà, un romeno 25enne per porto di armi ed oggetti atti ad offendere, essendo stato trovato in possesso di un punteruolo senza giustificato motivo ed un Gambiano 21enne, per aver opposto resistenza ad un controllo e per essersi rifiutato di fornire le proprie generalità.

- Prosegue dopo la pubblicità -

In altre due diverse circostanze, i militari della Stazione Bari San Nicola e dell’11° RTG CC Puglia, impegnati nei servizi “Strade Sicure”, hanno arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, due giovani del Borgo Antico::

– Z.A. 21enne, trovato in possesso di 75 involucri contenenti sostanza stupefacente del tipo marijuana, del peso complessivo di 80 grammi;

- Prosegue dopo la pubblicità -

– F.G. 19enne, trovato in possesso, nel corso di una perquisizione domiciliare, di 93 grammi di marijuana contenuti in una borsa che, all’atto della perquisizione, ha provato a liberarsi gettandola dalla finestra della propria abitazione, prontamente recuperata dai militari operanti, nonché della somma contanti di 475,00 euro, ritenuta il provento dell’illecita attività di spaccio,

Entrambi, su disposizione della competente A.G., sono stati sottoposti agli arresti domiciliari in attesa di giudizio.

Ricordiamo che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp dell’area metropolitana di Bari per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. E’ anche possibile inviare immagini ed osservazioni all’indirizzo redazione@pugliareporter.com.

- Prosegue dopo la pubblicità -