Puglia: la “Via dei Sensi” un tour tra archeologia e riscoperta dei sapori dell’Alta Murgia. Necessaria la prenotazione

Parte la Via dei Sensi: tour tra archeologia e gusto alla riscoperta dei sapori della tradizione. La “Via dei Sensi”, ideata dalla Fondazione archeologica canosina e dalla Tango Renato-servizi per l’archeologia e il turismo, con il patrocinio del Comune di Canosa di Puglia e del Comune di Minervino Murge avrà inizio il 13 ottobre p.v..
Il percorso, dedicato alla scoperta dei sapori autentici di Puglia e del patrimonio archeologico e culturale delle città di Canosa e Minervino, vede la collaborazione di chef rinomati i quali delizieranno i partecipanti con degustazioni che faranno scoprire le bontà culinarie della tradizione.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Il tour partirà dal Parco archeologico di San Leucio, alle ore 9.30, dove si svolgerà la visita guidata al sito assieme all’Associazione Amici dell’archeologia. Ubicato sull’omonimo colle è immerso completamente tra gli ulivi, è uno dei luoghi più suggestivi del territorio. Il sito è testimone di due importanti momenti storici. Il colle, infatti, fu scelto dapprima per l’edificazione del più imponente tempio italico dell’Italia meridionale, dedicato alla dea Minerva – Atena Ilias, con il probabile scopo di sancire ideologicamente e politicamente l’alleanza tra i “principi” indigeni e i romani nel 318 a.C.. Successivamente, distrutto il tempio a partire dalla fine del V sec. d.C., il colle vide prender forma la straordinaria basilica a pianta centrale – il più grande edificio paleocristiano di Puglia – dedicata inizialmente ai Santi Medici Cosma e Damiano e solo in età longobarda a San Leucio.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Successivamente si visiterà l’azienda agricola Sabino Leone con degustazione a cura di Panificio Traiano – Clemente The Show. Si potrà assaporare un olio dalle grandi qualità, di colore verde oro, dal fruttato floreale, intenso e persuasivo al gusto, prodotto dalle antiche piante. Inoltre, il Panificio Traiano delizierà tutti con la magia delle creazioni del maestro panettiere Clemente, capace di legare le antiche tecniche e ricette del passato a prodotti dall’innovazione moderna.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Come terza tappa la tenuta Morasinsi, dove giovani appassionati di viticoltura e amanti della natura producono vini da uve di qualità, lavorando a una produzione vitivinicola allo stesso tempo tradizionale e innovativa. Qui si sorseggerà un calice di vino all’interno della cantina situata a cavallo di due paesaggi: l’Alta Murgia e la Valle dell’Ofanto. La struttura si inserisce con rispetto all’interno del paesaggio circostante, con linee, materiali e colori naturali. Fanno da cornice un ricco giardino mediterraneo e il nostro vigneto.
Lo chef Riccardo Barbera nella sua tenuta immersa nei colori dell’Alta Murgia, vi offrirà i sapori più genuini della nostra terra, con autenticità e cura nei dettagli. Un luogo incantato incastonato nella murgia pugliese, in cui tradizione, territorialità e innovazione in cucina si fondono.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Infine, nel pomeriggio, si visiterà il Museo archeologico di Minervino Murge. L’esposizione è suddivisa in quattro sezioni distinte: la famiglia aristocratica, il ruolo della donna, l’acculturazione, il guerriero vincitore. Per la partecipazione è necessaria la prenotazione entro il 10 ottobre mediante chiamata al seguente numero 3338856300.