Tragedia nel foggiano: uccide la moglie e le due figlie e poi si spara un colpo alla testa

Tragedia nella notte nel foggiano, recisamente  ad Orta Nova, dove un assistente capo della polizia penitenziaria ha ucciso prima la moglie 54enne e poi le due figlie minorenni, di 13 e 18 anni. Dopo aver sterminato la sua famiglia, ha chiamato i Carabinieri dichiarando ciò che avevaappena fatto, quindi si è  sparato un colpo di pistola alla testa.

- Prosegue dopo la pubblicità -

All’arrivo dei militari, l’uomo era ancora vivo ed è stato trasportato agli Ospedali Riuniti di Foggia, dove però è morto dopo poco.

- Prosegue dopo la pubblicità -

L’uomo si chiamava Ciro Curcelli di 53 anni, la moglie Teresa Santolupo e le figlie Miriana di 13 e Valentina di 18. Il figlio maggiore è scampato per fortuna al folle gesto del pade perchè attualmente si trova fuori, al Nord. Durante la perquisizione in casa, i Carabinieri non hanno nessun biglietto che potesse far prevedere il triplice omicidio.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ricordiamo che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp della provincia di Foggia per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. E’ anche possibile inviare immagini ed osservazioni all’indirizzo redazione@pugliareporter.com.

- Prosegue dopo la pubblicità -

 

 

- Prosegue dopo la pubblicità -