Puglia: controllo straordinario nel tarantino, 2 arresti, 6 denunce a piede libero e segnalati 4 assuntori di sostanze stupefacenti

I Carabinieri della Stazione di San Giorgio Jonico, in esecuzione di ordini di carcerazione, hanno tratto in arresto e tradotto presso la locale Casa Circondariale un 49enne, condannato ad espiare la pena di anni 5, mesi 3 e giorni 1 di reclusione perché riconosciuto colpevole del reato di truffa; un 50enne già affidato in prova ai Servizi Sociali, a seguito del deferimento in stato di libertà per la violazione delle prescrizioni imposte dalla misura alla quale era sottoposto l’A.G. ha disposto la sostituzione dell’attuale misura con quella del regime carcerario.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Sono state inoltre denunciate in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria tarantina 6 persone ritenute responsabili di diversi reati: 2 per la violazione delle prescrizioni derivanti dalla misura dell’affidamento in prova ai Servizi Sociali a cui erano sottoposte; 1 per evasione; 1 per ricettazione di un telefono cellulare e 2 per detenzione ai fini di spaccio si sostanza stupefacente in quanto, a seguito di perquisizione veicolare, venivano trovati in possesso di gr. 9 di hashish suddivisa in dosi e pronta per essere spacciata.

- Prosegue dopo la pubblicità -

La sostanza è stata sottoposta a sequestro per le successive analisi che verranno effettuate dai dai militari del L.A.S.S. del Reparto Operativo del Comando Provinciale Carabinieri di Taranto. Inoltre, venivano segnalati alla Prefettura di Taranto 4 soggetti poiché trovati in possesso complessivamente di gr. 9,5 di hashish.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ricordiamo che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp della provincia di Taranto per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. E’ anche possibile inviare immagini ed osservazioni all’indirizzo redazione@pugliareporter.com.

- Prosegue dopo la pubblicità -