Puglia: è agli arresti domiciliari ma continua a spacciare. Trovata sostanza stupefacente nascosta nella sua abitazione

Continuano i servizi di prevenzione e contrasto al fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti da parte dei Carabinieri della Stazione di Casamassima. Questa volta a finire nella rete dei Carabinieri è stato V.A., 21enne del luogo, già noto alle Forze dell’Ordine. Uno strano andirivieni nei pressi dell’abitazione del giovane, già sottoposto alla misura degli arresti domiciliari, ha incuriosito i militari della locale Stazione, che hanno così deciso di vederci chiaro, eseguendo dei mirati servizi di osservazione.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Nel corso di uno di questi, al momento ritenuto più opportuno, i Carabinieri hanno deciso di procedere ad un accurato controllo all’interno dell’abitazione. Un’attenta perquisizione, agevolata anche dall’infallibile fiuto del cane in servizio presso l’ unità cinofila Antidroga dei CC di Modugno, ha permesso di rinvenire 270 grammi di “marijuana”.

- Prosegue dopo la pubblicità -

I militari hanno infatti scovato all’interno della tasca di un trolley, accostato in prossimità della porta di ingresso, 80 dosi di sostanza stupefacente, già confezionate in buste auto sigillanti, pronte per essere cedute, nonché ulteriori sacchetti vuoti ed un bilancino di precisione. Altro stupefacente è stato invece rinvenuto in camera da letto, occultato in una “shopping bag” all’interno di un cassetto dell’armadio.

- Prosegue dopo la pubblicità -

La droga, sottoposta a sequestro, nei prossimi giorni verrà analizzata dal laboratorio della Sezione Investigazioni Scientifiche del Comando Provinciale di Bari. L’uomo è stato così arrestato ed associato alla Casa Circondariale di Bari ove rimarrà a disposizione dell’A.G. informata dell’accaduto.

- Prosegue dopo la pubblicità -

Ricordiamo che scrivendo un messaggio al numero 353 3187906 è possibile effettuare segnalazioni e partecipare al gruppo Whatsapp dell’area metropolitana di Bari per seguire tutte le news in tempo reale oppure iscrivendosi al gruppo Telegram cliccando qui o anche iscrivendosi al gruppo Facebook cliccando qui. E’ anche possibile inviare immagini ed osservazioni all’indirizzo redazione@pugliareporter.com.

 

- Prosegue dopo la pubblicità -